ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Home / ARPA Imprese / R.I.R. / Informazione e consultazione

Arpa per le imprese

Informazione e consultazione

La normativa Seveso pone grande attenzione all’informazione, alla consultazione e alla partecipazione del pubblico e considera queste “azioni” come fondamentali per la prevenzione del rischio di incidente rilevante e per la salvaguardia degli abitanti nell’area circostante lo stabilimento.

Infatti, le reazioni ad un’eventuale situazione d’emergenza possono dipendere anche da quanto le persone conoscono il rischio a cui sono esposte, dalla capacità di memorizzare e di seguire correttamente le istruzioni e dal pregiudizio diffuso sul rischio industriale.

L’obiettivo prioritario dell’informazione è quello di rendere consapevoli i lavoratori e i cittadini dell’esistenza di questo rischio e della possibilità di mitigare le conseguenze di un incidente attraverso i comportamenti di autoprotezione e l’adozione tempestiva di misure di sicurezza previste dalle procedure di emergenza.

Competenze in materia di informazione

  • Le informazioni detenute dalle autorità competenti sono messe a disposizione del pubblico che ne faccia richiesta;
  • Il CTR per gli SSS provvede affinché l’inventario delle sostanze pericolose e il rapporto di sicurezza siano accessibili, su richiesta, al pubblico;
  • il Comune dove è ubicato lo stabilimento mette tempestivamente a disposizione del pubblico, anche in formato elettronico e mediante pubblicazione sul proprio sito web, le informazioni fornite dal gestore attraverso la notifica - eventualmente rendendole maggiormente comprensibili – almeno su:
    • ragione sociale e ubicazione dello stabilimento;
    • informazioni su autorizzazioni e certificazioni e stato dei controlli a cui è soggetto lo stabilimento;
    • descrizione dell’ambiente/territorio circostante lo stabilimento;
    • descrizione sintetica dello stabilimento e riepilogo delle sostanze pericolose presenti;
    • informazione sugli scenari incidentali con impatto all’esterno dello stabilimento.

Tali informazioni sono permanentemente a disposizione del pubblico e sono tenute aggiornate in particolare in caso di modifiche.

Le stesse devono essere inoltre fornite d’ufficio dal Sindaco, comprensive di indicazioni chiare e comprensibili sulle misure di sicurezza e sul comportamento da tenere in caso di incidente rilevante, nella forma più idonea, a tutte le persone ed a qualsiasi struttura e area frequentata dal pubblico, compresi scuole e ospedali che possono essere colpiti da un incidente rilevante verificatosi in uno stabilimento, nonché a tutti gli stabilimenti ad esso adiacenti soggetti a possibile effetto domino.

In materia di consultazione e partecipazione del pubblico

Sono previste anche modalità e strumenti per la consultazione della popolazione e per garantire la sua partecipazione al processo decisionale:

  • in caso di nuovi insediamenti industriali, modifiche significative di insediamenti esistenti, nuovi insediamenti e infrastrutture o interventi in progetto attorno agli stabilimenti a rischio d’incidenti rilevanti esistenti, la popolazione interessata deve essere messa in grado di esprimere il proprio parere, nell’ambito dei procedimenti di formazione degli strumenti urbanistici o delle valutazioni di impatto ambientale;
  • nell’ambito dell’elaborazione del Piano di Emergenza Esterno allo stabilimento a rischio di incidente rilevante, il Prefetto, d'intesa con le Regioni e gli Enti locali interessati, ha il compito di consultare la popolazione.

GLOSSARIO

  • Allarme esterno: ogni qualvolta si riscontra una situazione da cui può derivare un incidente rilevante e si ha il fondato timore che possa estendersi oltre i limiti dello stabilimento causando ulteriori gravi danni a cose o a persone.
  • Area di danno: aree generate dalle possibili tipologie incidentali tipiche dello stabilimento. Le aree di danno sono individuate sulla base di valori soglia oltre i quali si manifestano letalità lesioni o danni.
  • BLEVE (Boiling Liquid Expanding Vapour Explosion): è un fenomeno simile all’esplosione causata dall’espansione rapida dei vapori infiammabili prodotti da una sostanza gassosa conservata, sotto pressione, allo stato liquido. Da tale evento possono derivare sia effetti di sovrappressione che di irraggiamento termico dannosi per le persone e le strutture (fire ball).
LEGGI TUTTO
Aiutaci a migliorare questa pagina
 

Le informazioni fornite sono chiare ed esaustive?

 
 
twitter youtube