ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Home / Scopri ARPA Lombardia / Centri Regionali / Centro regionale di monitoraggio emissioni in atmosfera

Centro regionale di monitoraggio emissioni in atmosfera

Istituito nel dicembre 2013, il Centro Regionale Sistemi di Monitoraggio Emissioni (CRSMEA) è la struttura specialistica di riferimento funzionale a garantire l'esercizio coordinato ed omogeneo su tutto il territorio regionale delle attività di competenza di ARPA Lombardia in tema di emissioni in atmosfera, sia dal punto di vista complessivo sia per quanto attiene nello specifico alle attività direttamente connesse agli impianti dotati di Sistemi di Monitoraggio delle Emissioni (SME).

Inserito nel Settore Attività Produttive e Controlli – U.O. Attività Produttive – il CRSMEA garantisce l'integrazione del lavoro svolto dai Dipartimenti, in modo da conseguire riconoscibilità ed unitarietà sul territorio, attraverso un ottimale utilizzo delle risorse strumentali ed umane presenti all'interno dell'Agenzia, dislocate nelle tre sedi del Centro (sede Centrale, Milano e Mantova).
In questo contesto, il CRSMEA opera a diversi livelli.
Il Centro svolge un compito determinante a livello regionale fornendo supporto tecnico ai Dipartimenti e assumendo un ruolo di coordinamento per le attività di controllo, tramite l'armonizzazione dei protocolli di intervento e delle modalità di espressione dei risultati. A questo si aggiunge l'effettuazione di attività per la formazione e l'aggiornamento tecnico-teorico del personale, con specifico riferimento alle norme tecniche da applicare, alle strategie di campionamento e alle modalità di interpretazione dei risultati delle misure.
Il CRSMEA esegue le attività di controllo previste dalla normativa ambientale presso gli impianti di termovalorizzazione della Lombardia e supporta per la matrice aria il lavoro del personale dipartimentale in occasione delle visite ispettive previste presso le aziende con autorizzazioni ambientali vigenti (es. Autorizzazione Integrata Ambientale).
Inoltre, Regione Lombardia, nell'esercizio delle proprie funzioni di indirizzo e coordinamento, nell'ambito degli interventi volti alla riduzione delle emissioni in atmosfera e del miglioramento della qualità dell'aria, in considerazione dell'elevato numero di impianti soggetti a monitoraggio in continuo presenti sul territorio, ha stabilito la realizzazione della cosiddetta "Rete SME" al fine di integrare la rete regionale di rilevamento della qualità dell'aria con la rete di monitoraggio delle emissioni provenienti dai grandi impianti e di provvedere alla definizione delle norme tecniche per l'installazione e la gestione degli strumenti di monitoraggio, nonché l'individuazione dei parametri chimico fisici ed impiantistici da rilevare in funzione delle peculiarità dei singoli settori interessati.
In questo ambito, compete proprio al CRSMEA:

  • l'inserimento in rete di nuovi impianti (di nuovi comparti produttivi o nuovi impianti nei comparti già individuati) in applicazione della procedura di allacciamento;
  • la gestione da remoto degli impianti allacciati, con specifico riferimento a modifiche/aggiornamento di configurazione che impattano sui dati;
  • lo sviluppo di nuove funzioni di post elaborazione dei dati e la generazione di report e grafici;
  • la definizione di modelli ad uso dei gestori per le comunicazioni con gli Enti, la gestione degli impianti e implementazione dell'archivio elettronico della documentazione;
  • la definizione della procedura di accesso ai dati e alla documentazione.

Infine, il CRSMEA collabora costantemente con Regione Lombardia partecipando ai gruppi di lavoro tecnici deputati alla valutazione di problematiche legate a specifici settori industriali e alla successiva emissione di linee guida di settore e ai tavoli regionali con le associazioni di categoria e le Autorità Competenti per il recepimento negli atti di autorizzazione delle BAT-conclusion.

twitter youtube