ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Home  /  Notizie  / FRANA VAL BREGAGLIA, CONTINUA IL MONI...

FRANA VAL BREGAGLIA, CONTINUA IL MONITORAGGIO DI ARPA

​Continua il monitoraggio da parte dei tecnici di Arpa Lombardia dopo la frana nel versante svizzero della Val Bregaglia che, lo scorso 23 agosto scorso ha fatto precipitare a valle circa 4 milioni di metri cubi di roccia e terra al confine con l'Italia. Il 29 agosto è stato effettuato un nuovo sopralluogo lungo l'asta del fiume Mera, nella zona di Villa di Chiavenna sino all'immissione nel lago di Mezzola, per valutare lo stato del corso d'acqua.  Sono stati eseguiti rilievi fotografici anche del lago e della diga di Villa di Chiavenna.

Nelle due stazioni della rete di monitoraggio regionale del fiume Mera (Villa di Chiavenna – monte diga e  Samolaco – Ponte Nave), in altre due stazioni già monitorate durante la sperimentazione del deflusso minimo vitale (Piuro – loc. Prosto e Gordona) e in una stazione aggiuntiva poco a monte dell'immissione dello stesso nel lago di Mezzola (Novate Mezzola – Via Giumello) sono state eseguite misure con una sonda multiparametrica (temperatura dell'acqua, pH, conducibilità, ossigeno disciolto e torbidità) contestualmente a prelievi di acqua su cui determinare in laboratorio le concentrazioni dei solidi sospesi totali e dei solidi sedimentabili.

I valori di ossigeno disciolto, pH e conducibilità non evidenziano criticità.

Ulteriori campionamenti lungo la colonna d'acqua del lago di Mezzola (solidi sospesi e metalli) sono stati condotti invece il 31 agosto.

Per tenere monitorata la situazione, non ancora stabilizzata visto anche il nuovo smottamento di queste ore sul fronte elvetico, la prossima settimana i tecnici di Arpa effettureanno ulteriori campionamenti sul Mera, mentre nella seconda metà di settembre verranno ripetuti sul lago di Novate Mezzola.

Categoria: Aggiornamenti Tema ambientale: Monitoraggio geologico


Notizie consigliate


Notizie piu lette

twitter youtube