ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Portate medie annue

TEMA AMBIENTALE

Idrometeorologia

 

Ciclo idrologico

AGGIORNAMENTO

2016

DEFINIZIONE

la portata di una sezione fluviale è il volume idrico che attraversa la sezione nell’unità di tempo. Si calcola a partire dal livello idrometrico del fiume attraverso una legge detta scala di deflusso, che stabilisce una corrispondenza biunivoca tra livello e portata. La scala di deflusso si ottiene mediante elaborazione di misure di portata a campo.

UNITA' DI MISURA

m3/s (Metricubi/secondo)

DEFINIZIONE DPSIR

STATO

FONTE

dati idrometrici di Cremona e Borgoforte rilevati dalla rete ARPA Lombardia, dati di portata di Boretto e Pontelagoscuro rilevati dalla rete ARPA Emilia Romagna e scale di deflusso elaborate da ARPA Emilia Romagna.

SCOPO INDICATORE E SUA RILEVANZA

le portate idriche sono un indicatore dell’abbondanza della risorsa disponibile sotto forma di acqua fluente, sia per l’ambiente fluviale sia per gli utenti, entro certe soglie di criticità. Al di sopra di queste soglie si verificano le piene fluviali, quando i volumi defluiti sono talmente alti da mettere in crisi il sistema fisico, con rischio di esondazioni. Si definisce crisi idrica l’evento opposto: le portate sono troppo esigue per il sistema degli usi e per l’ambiente fluviale.

ANALISI DEL DATO

Le portate nelle sezioni monitorate lungo l'asta del Po hanno registrato nel 2016 valori di portata leggermente inferiori alla media. Risultano però ben superiori al periodo asciutto 2005-2007.

Andamento delle portate medie annue nelle sezioni di Po monitorate 2005 - 2016

Fonte: ARPA Lombardia - ARPA Emilia Romagna
Copertura: Regione

Potrebbe anche interessarti

 

​​​​​​​​​​

Aiutaci a migliorare questa pagina
 

Le informazioni fornite sono chiare ed esaustive?

 
 
twitter youtube