ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Home / Dati e Indicatori / Quantità frazioni raccolte

Quantità frazioni raccolte

TEMA AMBIENTALE

Rifiuti

 

Rifiuti urbani

AGGIORNAMENTO

2016

DEFINIZIONE

l’indicatore misura i quantitativi delle principali frazioni derivanti dalla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. A differenza dei quantitativi totali di raccolta differenziata, in questo caso non vengono considerati i quantitativi degli “scarti” presenti nelle varie raccolte (vengono utilizzati dei valori medi regionali), inoltre i contributi derivanti dalla raccolta multimateriale (circa il 6% del totale) vengono suddivisi nelle corrispondenti frazioni.

UNITA' DI MISURA

tonnellate * 1000

DEFINIZIONE DPSIR

RISPOSTA

FONTE

ARPA Lombardia, applicativo ORSO (Osservatorio Rifiuti SOvraregionale)

SCOPO INDICATORE E SUA RILEVANZA

l’indicatore ha lo scopo di quantificare l’ammontare dei diversi materiali raccolti dai comuni attraverso la raccolta differenziata e che effettivamente vengono inviati a recupero negli opportuni impianti. Vi è da considerare però che diversi comuni utilizzano la modalità di raccolta multimateriale per due o più frazioni (ad esempio vetro+metalli, ma non solo), per cui si rende necessario elaborare opportunamente i dati.

ANALISI DEL DATO

L'analisi dei dati delle frazioni che compongono la raccolta differenziata evidenziano sostanzialmente un aumento per tutti i materiali, tranne una flessione dei quantitativi della carta, che dopo alcune annate dove erano state sfiorate le 580.000 tonnellate, è ritornata a quantitativi un poco più contenuti.

Andamento principali frazioni raccolte in Regione Lombardia 1998-2016

Fonte: Regione
Copertura: ARPA Lombardia

Potrebbe anche interessarti

 

​​​​​​​​​​

twitter youtube