ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Home / Dati e Indicatori / Radioattività nelle ricadute atmosferiche
Home / Dati e Indicatori / Radioattività nelle ricadute atmosferiche

Radioattività nelle ricadute atmosferiche

TEMA AMBIENTALE

Radiazioni ionizzanti (IR)

 

Radiazioni ionizzanti (IR)

AGGIORNAMENTO

2016

DEFINIZIONE

concentrazione di attività di radionuclidi artificiali nelle ricadute amosferiche (pioggia e deposizioni secche al suolo - o fallout). Si misura mensilmente la concentrazione di cesio 137 e altri emettitori gamma. Semestralmente vengono misurati anche lo stronzio 90 e gli isotopi del plutonio. La misura delle ricadute umide e secche è un utile e sensibile indicatore per l'individuazione di contaminazioni dell'aria a seguito di emissioni di sostanze radioattive.

UNITA' DI MISURA

Bq/m2

DEFINIZIONE DPSIR

STATO

FONTE

ARPA Lombardia

SCOPO INDICATORE E SUA RILEVANZA

quantificare la concentrazione di isotopi radioattivi nelle ricadute atmosferiche umide e secche per evidenziare possibili contaminazioni dell'aria.

ANALISI DEL DATO

Dall'analisi della serie storica dei dati si osserva che la concentrazione in tracce di Cesio 137 nelle ricadurte, che è dovuta a risospensione delle polveri depositate al suolo, è ormai costante da alcuni anni ed a livelli non significativi né da un punto di vista ambientale nè da un punto di vista sanitario

Concentrazione di cesio 137 nelle ricadute atmosferiche presso la stazione di Milano - Dettaglio 2016

Fonte: ARPA Lombardia
Copertura: Regione

Potrebbe anche interessarti

 

​​​​​​​​​​

Aiutaci a migliorare questa pagina
 

Le informazioni fornite sono chiare ed esaustive?

 
 
twitter youtube