ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Home / Dati e Indicatori / Rifiuti Speciali MUD Ordinario
Home / Dati e Indicatori / Rifiuti Speciali MUD Ordinario

Rifiuti Speciali MUD Ordinario

TEMA AMBIENTALE

Rifiuti

 

Rifiuti speciali

AGGIORNAMENTO

2015

DEFINIZIONE

l'indicatore rappresenta la produzione di rifiuti speciali (SP), sia pericolosi che non pericolosi, in Regione Lombardia. La base dati è rappresentata dalle dichiarazioni MUD che comprende anche le schede relative ai Veicoli Fuori Uso (VFU), ai Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) ed agli imballaggi (IMB), che annualmente vengono presentate dai soggetti individuati dall’art. 189, comma 3 del D.Lgs. 152/2006, prima della grossa modifica introdotta dal D.M. del 17 dicembre 2009 e dal D.Lgs. 205/2010. Il dato di produzione dei rifiuti speciali ricavabile dalle dichiarazioni MUD non è da considerarsi esaustivo ma generalmente i quantitativi sono sottostimati in quanto non tutti i produttori sono obbligati alla presentazione della dichiarazione, non tutte le tipologie di rifiuto devono essere dichiarate, un certo numero di soggetti non adempie all’obbligo di compilazione e ci sono errori all’atto della compilazione o dell’informatizzazione del dato. Inoltre, la disciplina in materia è stata più volte modificata e negli anni sono cambiati i soggetti obbligati e/o esentati alla presentazioni del MUD. Dall'anno 2013 ISPRA ha modificato il criterio di espressione del dato, che risulta così aumentato rispetto alle elaborazioni degli anni precedenti. Non è pertanto possibile confrontare i dati 2013/2014 con lo storico.

UNITA' DI MISURA

numero, tonnellata

DEFINIZIONE DPSIR

STATO

FONTE

ARPA Lombardia

SCOPO INDICATORE E SUA RILEVANZA

l'indicatore rappresenta la produzione di rifiuti speciali in Lombardia. L’informazione è disponibile a livello regionale, provinciale e comunale e fornisce gradi di approfondimento diverso a seconda delle esigenze e delle necessità.

ANALISI DEL DATO

Il numero di dichiarazioni è diminuito sensibilmente rispetto al 2014, a causa di una modifica normativa che ha esentato gli imprenditori agricoli dall'obbligo di presentazione del MUD. La produzione totale di rifiuti speciali invece continua ad aumentare, superando i 17.023.000 di tonnellate, con un aumento rispetto al 2014 pari al +2,15%. Circa 14.257.000 sono rifiuti non pericolosi e circa 2.766.000 sono pericolosi (nei dati non sono compesi i quantitativi dei rifiuti non pericolosi derivanti da attività di construzione e demolizione). La provincia che contribuisce maggiornamente alla produzione totale è Brescia, con quasi 4.000.000 di tonnellate (24,6%), seguita da Milano con quasi 2.750.000 tonnellate (17%), Bergamo con 2.180.000 tonnellate (13,5%) e Pavia con 1.835.000 tonnellate (11,3%).

Numero di dichiarazioni MUD – Ordinarie regionali 2000 - 2015

Fonte: Regione
Copertura: ARPA Lombardia

Andamento regionale della produzione di Rifiuti Speciali: totale, non pericolosi e pericolosi 2000 - 2015

Fonte: Regione
Copertura:

Numero di dichiarazioni MUD – Ordinarie: dettaglio provinciale 2003 - 2015

Fonte: Provincia
Copertura: ARPA Lombardia

Andamento provinciale della produzione di rifiuti speciali 2003 - 2015

Fonte: Provincia
Copertura: ARPA Lombardia

Potrebbe anche interessarti

 

​​​​​​​​​​

Aiutaci a migliorare questa pagina
 

Le informazioni fornite sono chiare ed esaustive?

 
 
twitter youtube