ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Home / Dati e Indicatori / Siti potenzialmente contaminati
Home / Dati e Indicatori / Siti potenzialmente contaminati

Siti potenzialmente contaminati

TEMA AMBIENTALE

Suolo

 

Siti contaminati

AGGIORNAMENTO

2016

DEFINIZIONE

L'indicatore rappresenta i siti nei quali uno o più valori di concentrazione delle sostanze inquinanti rilevati nelle matrici ambientali risultano superiori ai valori di concentrazione soglia di contaminazione (CSC)

UNITA' DI MISURA

numero

DEFINIZIONE DPSIR

STATO

FONTE

Anagrafe Regionale dei Siti Contaminati

SCOPO INDICATORE E SUA RILEVANZA

L'indicatore rappresenta numericamente i siti potenzialmente contaminati ai sensi dell'art.240 c.1 del D.lgs 152/06. Si tratta di una condizione in cui si trova il sito temporaneamente, in attesa che vengano effettuate le successive operazioni previste dl D.lgs 152/06

ANALISI DEL DATO

La "potenziale contaminazione" rappresenta una situazione temporanea in cui si trova il sito, in attesa che vengano effettuate le successive operazioni di caratterizzazione e di analisi di rischio sito specifica previste dalla norma che permettono di determinare lo stato o meno di contaminazione sulla base delle Concentrazioni Soglia di Rischio (CSR). Si osserva che, alla data di elaborazione dei dati (aprile 2016), il maggior numero di siti che si trovano in questo stato sono in Provincia di Milano (oltre 400) e a seguire, in misura decisamente inferiore, nel territorio di Brescia, Bergamo e Varese.

Numero di siti potenzialmente contaminati suddivisi per provincia - 2016

Fonte: Anagrafe Regionale dei Siti Contaminati
Copertura: Provincia

Potrebbe anche interessarti

 

​​​​​​​​​​

Aiutaci a migliorare questa pagina
 

Le informazioni fornite sono chiare ed esaustive?

 
 
twitter youtube