ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Home / Dati e Indicatori / Stabilimenti SSI - esito Ispezioni SGS-PIR

Stabilimenti SSI - esito Ispezioni SGS-PIR

TEMA AMBIENTALE

Controlli

 

RIR

AGGIORNAMENTO

2016

DEFINIZIONE

Ispezioni sul Sistemi di Gestione della Sicurezza per la prevenzione degli incidenti rilevanti: il Decreto Legislativo 105/2015 di recepimento della Direttiva Seveso “ter”, conferma il ruolo centrale delle ispezioni nella prevenzione degli incidenti rilevanti. Le finalità delle ispezioni sono il controllo della corretta applicazione delle procedure adottate dall’Azienda all’interno del Sistema di gestione della sicurezza e la verifica e il controllo dei sistemi tecnici, in particolare quelli critici. L’obiettivo è di prevenire l’accadimento di incidenti rilevanti, connessi con determinate sostanze pericolose, e limitarne le conseguenza per l’uomo e per l’ambiente, all’interno ed all’esterno dei siti. Le ispezioni prevedono controlli sui sistemi tecnici, sulla politica di prevenzione degli incidenti rilevanti e sul Sistema di Gestione della Sicurezza, articolato nella struttura a 8 punti prescritta dall’art. 14 del D.Lgs. 105/2015 e con i requisiti descritti nell’Allegato B al citato decreto (punti da 1 a 8 in tabella).

UNITA' DI MISURA

numero

DEFINIZIONE DPSIR

STATO

FONTE

ARPA Lombardia

SCOPO INDICATORE E SUA RILEVANZA

Indica le raccomandazioni e proposte di prescrizione inoltrate all' Autorità Competente a seguito delle ispezioni SGS-PIR effettuate sugli stabilimenti di soglia inferiore nel corso del 2015. Lo scopo dell'indicatore è quello di mettere in evidenza quali sono le "aree" tematiche - rispetto agli otto punti individuati nella normativa (allegato B e allegato H del D.Lgs. 105/2015) - che presentano maggiori carenze e che devono quindi essere implementate.

ANALISI DEL DATO

Dalla valutazione dei rapporti finale di ispezione (RFISP) è emerso che sono state date un maggior numero di raccomandazioni rispetto al numero di proposte di prescrizione: rispettivamente 104 raccomandazioni e 61 prescrizioni Gli aspetti per così dire più “critici” hanno riguardato la pianificazione dell’emergenza, il controllo operativo e l’organizzazione e il personale per quel che riguarda le raccomandazioni e il controllo operativo, l'organizzazione e personale, l’identificazione e valutazione dei pericoli rilevanti a la pianificazione dell'emergenza per le proposte di prescrizione. Punto 2: L'organizzazione e personale sono spesso oggetto di rilievi in considerazione del fatto che al centro di ogni attività di prevenzione è sempre presente l'informazione, la formazione e l'addestramento del personale che deve dimostrare di avere una conoscenza profonda degli elementi critici necessari afferenti alla sicurezza dello stabilimento presso cui operano. Punto 3: L'identificazione e valutazione dei pericoli di incidente rilevante - il Gestore deve aver identificato i pericoli, valutato i rischi di incidente rilevante derivanti dall'attività normale o anomala e adottato le misure atte alla riduzuione del rischio assicurando la loro corretta applicazione e il mantenimento nel tempo dello loro efficacia.. Punto 4: Il controllo operativo è un'altro aspetto fortemente attenzionato in quanto riguarda la messa in opera del corretto sistema di manutenzione degli impianti di stabilimento al fine di minimizzare la possibilità di accadimento di eventi incidentali che originano proprio dalla struttura impiantistica e dalla loro conduzione. Punto 6: La pianificazione dell'emergenza prevede una simulazione in campo che spesso è oggetto di numerose osservazioni vista l'importanza di saper dimostrare, nel caso in cui dovesse accadere un incidente, la conoscenza e l'addestramento necessario per affrontare con tempestività l'evento e contenerlo attivando tutti i sistemi previsti nei tempi minimi e senza alcun impedimento.

Esito delle Ispezioni SGS-PIR - dettaglio regionale su SSI - 2016

Fonte: Regionale
Copertura: ARPA Lombardia


​​​​​​​​​​

twitter youtube