ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

RAPPORTO STATO AMBIENTE

Idrometeorologia

Periodo di riferimento: 2016

 

CICLO IDROLOGICO

Il 2016 si attesta come un anno con precipitazioni in linea o poco inferiori rispetto al periodo 2008-2015, con 33.357 Mmc precipitati rispetto ad una media di circa 36.000Mmc. Di Particolare interesse è la distribuzione mensile delle precipitazioni con febbraio, maggio e giugno particolarmente piovosi, un autunno generalmente asciutto ed un mese di dicembre caratterizzato dalla quasi totale assenza di precipitazioni.

Di conseguenza i quantitativi di equivalente idrico della neve stimati nei bacini montani nel corso della maggior parte della stagione 2016-2017 sono risultati inferiori alla media del periodo di riferimento 2006-2015, in particolare nei mesi da dicembre 2016 a marzo 2017. Gli apporti nevosi nel periodo primaverile hanno parzialmente riportato i quantitativi totali residui a valori prossimi alla media storica. Coerentemente con le precipitazioni la riserva idrica media annua disponibile nei grandi laghi lombardi si è attestata intorno alla media dei valori dal 2004 al 2015.

Le portate nelle sezioni monitorate lungo l'asta del Po hanno registrato valori di portata leggermente inferiori alla media ma risultano però ben superiori al periodo asciutto 2005-2007.

Date le non eccezionali precipitazioni del 2016, anche per i fiumi non si registrano particolari superamenti delle soglie idrometriche. Fa eccezione il bacino dell'Adda dove si è verificato un evento nel mese di giugno che ha fatto registrare il superamento delle soglie con tempi di ritorno a 3 e 5 anni nelle sezioni di Adda a Fuentes, Adda a Pizzighettone e Brembo a Ponte Briolo.

Per quanto riguarda i comprensori di bonifica lombardi, ovvero le unità territoriali tecnico-amministrative su cui si effettua la distribuzione idrica ai fini irrigui, il bilancio idroclimatico della stagione irrigua (differenza fra precipitazione ed evapotraspirazione potenziale nei mesi da aprile a settembre) è stata caratterizzata da deficit irrigui significativi sulla pianura meridionale. I comprensori più settentrionali mostrano invece dei bilanci positivi.

Leggi tutto
 
twitter youtube