ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

RAPPORTO STATO AMBIENTE

Idrometeorologia

Periodo di riferimento: 2017

 

Il 2017 è stato caratterizzato da precipitazioni mediamente scarse se raffrontate ai precedenti 15 anni. Pesanti anomalie negative sono state rilevate nei mesi di gennaio e ottobre, ma anche agosto e novembre sono risultati avari di precipitazioni rispetto al periodo 2002-2016. In particolar modo spicca il dato di ottobre, che con cumulate sulla regione intorno ai 4 mm risulta essere uno dei mesi meno piovosi degli ultimi 30 anni. Significativamente oltre la norma il dato pluviometrico di settembre, mentre i restanti mesi mostrano valori che poco si discostano dai valori mediani di riferimento.
Complessivamente si sono registrati 27.232 milioni di metri cubi precipitati rispetto ad una media di circa 36.000 milioni di metri cubi. Anche le precipitazioni nevose sono inferiori alla media: l’accumulo raggiunto nella stagione 2016/2017 è in linea con gli anni più scarsi 2006, 2007 e 2012. La portata media del fiume Po misurata a Borgoforte ha risentito delle scarse precipitazioni ed è risultata pari a 848 metri cubi al secondo, significativamente inferiore alla media 2008-2015, pari a 1.511 metri cubi al secondo.

Le temperature del 2017 in Lombardia, come a livello globale, confermano il trend di aumento registrato nell’ultimo trentennio; nella serie storica di Milano Brera, l’anno passato - come anche i tre precedenti - si colloca ai primi posti nella classifica degli anni più caldi dal 1901.
Analizzando i singoli mesi si evidenziano valori significativamente sotto la norma recente a gennaio e settembre, decisamente superiori (anomalie di +2°C a livello mensile) a marzo, giugno e agosto, mentre nei restanti mesi sono risultati vicini a quanto atteso.

Ulteriori approfondimenti:

Sintesi meteoclimatica per la Lombardia, 2017
Gli indicatori del clima in Italia, 2017

Aiutaci a migliorare questa pagina
 

Le informazioni fornite sono chiare ed esaustive?

 
 
twitter youtube