ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

RAPPORTO STATO AMBIENTE

Radiazioni ionizzanti

Periodo di riferimento: 2016

 

Il radon 222 è un radionuclide di origine naturale normalmente presente nelle acque potabili; il contenuto di Radon 222 nei campioni di acque potabili sinora analizzati non supera mai il valore stabilito dalla legge, il D.L.vo 28/2016, che è pari a 100 Bq/kg.

La concentrazione di cesio 137 nelle ricadute umide e secche si mantiene su livelli costanti da diversi anni, con solo piccole fluttuazioni periodiche; la presenza di cesio 137 nelle ricadute è ancora dovuta alle conseguenze dell'incidente di Chernobyl e dei test nucleari in atmosfera degli anni '60; non vi è alcuna evidenza di nuove situazioni di contaminazione radioattiva dell'ambiente.

Anche il contributo alla dose dovuto al consumo di alimenti si mantiene ben al di sotto dei valori stabiliti dalla normativa e comunque inferiore al valore di 10 microSv/anno corrispondente alla cosiddetta "non rilevanza radiologica", cioè una quantità così piccola da essere ininfluente sulla salute umana.

Figura 1. Radiazioni ionizzanti  
 
Aiutaci a migliorare questa pagina
 

Le informazioni fornite sono chiare ed esaustive?

 
 
twitter youtube