ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

RAPPORTO STATO AMBIENTE

Rifiuti

Rifiuti speciali - Periodo di riferimento: 2016

   

La produzione totale dei rifiuti speciali in Regione Lombardia nel 2016 è stata pari a 16.800.724 tonnellate, con una diminuzione rispetto al 2015 pari al -1.3%, corrispondenti a circa -223.021 tonnellate in meno. Si ricorda che in tali quantitativi non sono conteggiati i rifiuti non pericolosi da costruzione e demolizione ("inerti da C&D").

La provincia con la produzione maggiore è Brescia (+24,9%), seguita da Milano (17,6%), Bergamo (13,6%) e Pavia (10,3%): la produzione dei rifiuti speciali è legata essenzialmente alla presenza nei distretti provinciali di siti produttivi, compreso quello del trattamento dei rifiuti, piuttosto differente rispetto a quella della produzione di rifiuti urbani, dove indicativamente il contributo di ogni provincia è proporzionale alla popolazione. In generale nel 2016 si rileva una diminuzione della produzione totale di rifiuti rispetto all’anno 2015 per quasi tutte le Provincie lombarde, ed anche laddove si è registrato un aumento lo stesso è risultato essere esiguo in ordine di grandezza (circa il 3%) rispetto all’anno precedente.

Per quanto riguarda la gestione dei rifiuti effettuata dagli impianti di trattamento ubicati in Lombardia, sebbene nel corso degli anni il quantitativo dei rifiuti trattati sia progressivamente in aumento, con una corrispondente crescita dei quantitativi di rifiuti avviati a recupero, mentre sono diminuiti quelli destinati a smaltimento, in conformità alle previsioni delle direttive europee e della normativa statale di settore. Nel 2016 il quantitativo totale di rifiuti gestiti (comprese le operazioni R13 e D15) è risultato essere diminuito del -8,3% in funzione anche della diminuita produzione generale dei rifiuti stessi.

Relativamente alle operazioni di trattamento di tali rifiuti la tendenza è sicuramente rivolta al massimo recupero e al minimo smaltimento, tant’è che si rileva una sostanziale diminuzione del quantitativo di rifiuti avviati a smaltimento (compresa operazione D15) -35,2% rispetto al costante, seppur esiguo aumento dei rifiuti avviati a recupero (compresa operazione R13) +0,1%. È necessario puntualizzare che i quantitativi di rifiuti trattati non sono direttamente confrontabili con i quantitativi dei rifiuti prodotti in Lombardia (urbani e speciali), in quanto gli impianti lombardi possono ricevere i rifiuti anche da altre regioni e viceversa.

Rifiuti Urbani - Periodo di riferimento: 2017

   

La produzione totale dei rifiuti urbani (RU) nel 2017 è stata di 4.684.043 tonnellate, con una diminuzione del -1,6% rispetto al 2016 (4.760.501 t, ricalcolata con i nuovi criteri*) nonostante l'aumento della popolazione. La diminuzione rispetto al 2016 è piuttosto evidente e, come descritto successivamente, relativa essenzialmente ad una forte diminuzione dei rifiuti indifferenziati. Per consentire un confronto, la produzione totale 2017 calcolata secondo la precedente metodologia risulta pari a 4.551.372 tonnellate.

Leggi tutto
Aiutaci a migliorare questa pagina
 

Le informazioni fornite sono chiare ed esaustive?

 
 
twitter youtube