ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Reti istituzionali

  • SNPA - Sistema Nazionale delle Agenzie

     

    Dopo anni di lavori parlamentari, la Camera ha dato il definitivo via libera alla Proposta di legge 68-110-1945-B, ora Legge 28 giugno 2016, n.132, «Istituzione del Sistema nazionale a rete per la protezione dell'ambiente e disciplina dell'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale», formalizzando il quadro di riferimento per la tutela ambientale nel nostro Paese.
    L'atto è stato pubblicato in GU n.166 del 18-7-2016 ed entrerà in vigore il 14/01/2017.

    Le principali novità:
    Livello essenziale delle prestazioni tecniche ambientali ("Lepta") - Livello minimo omogeneo di attività che il Sistema Nazionale è tenuto a garantire per le finalità di protezione ambientale e prevenzione collettiva prevista dai livelli essenziali di tutela sanitaria.

    Catalogo nazionale dei servizi - Finalizzato a sistematizzare, perimetrare e omogeneizzare definitivamente le attività delle agenzie sul piano nazionale; sarà oggetto di un apposito decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, da adottare entro un anno dall'entrata in vigore del provvedimento.

    Programma triennale - Costituisce il documento di riferimento per la pianificazione delle attività, sul livello regionale, delle Agenzie Ambientali ed è finalizzato al conseguimento omogeneo dei Lepta sul territorio nazionale, approvato dal Ministero dell'Ambiente su proposta dell'ISPRA.

    Dati ambientali - Considerati in ogni singola fase di processo (produzione; gestione; accumulo; diffusione; utilizzo).

    Rete nazionale dei laboratori accreditati - Funzionale all'ottimizzazione della produzione di dati ambientali e della relativa qualità.

    Attività ispettive - A Ispra il compito della definizione dei criteri per l’individuazione del personale destinato a questo compito; alle agenzie e a ISPRA il compito di individuare i dipendenti che, nell'esercizio delle loro funzioni, operano con la qualifica di ufficiali di polizia giudiziaria.

    Fino alla piena attuazione della Legge di riforma, il Consiglio Federale è l'organismo (presieduto dal Presidente dell'ISPRA e composto dai legali rappresentanti delle ARPA/APPA) che promuove lo sviluppo coordinato del Sistema Nazionale di Protezione dell'Ambiente, finalizzato a garantire convergenza nelle strategie operative ed omogeneità nelle modalità di esercizio dei compiti istituzionali delle Agenzie e di ISPRA stesso; a tal fine formula e attua programmi pluriennali delle proprie attività, articolati in piani annuali, adotta atti d'indirizzo e raccomandazioni, sollecita e propone soluzioni alle criticità per un migliore funzionamento del Sistema.

    » Clicca qui per scaricare il Regolamento Consiglio Federale

    » Clicca qui per scaricare le delibere del Consiglio Federale

  • AssoARPA

     

    AssoARPA è l'associazione delle Agenzie regionali e provinciali per la protezione ambientale.

    Nata alla fine degli anni '90 per promuovere presso gli interlocutori di livello nazionale, istituzionali e non, tutte le iniziative a tutela degli interessi degli associati, dal 23 marzo 2015 si è costituita quale associazione giuridicamente riconosciuta, acquisendo autonoma personalità giuridica e portando le Agenzie ad avere un proprio patrimonio e ad ampliare le proprie attività.
    È un esempio di sistema federativo consolidato, che con gli oltre 9.800 operatori addetti a livello regionale e provinciale, coniuga conoscenza diretta del territorio e dei problemi ambientali locali garantita da azioni di controllo sulle attività e monitoraggio dello stato delle risorse ambientali, con il supporto tecnico alle politiche nazionali e locali di prevenzione e protezione dell'ambiente, così da costituire punto di riferimento, tanto istituzionale quanto tecnico-scientifico, per l'intero Paese.

    L'Associazione opera senza scopo di lucro, al fine di realizzare elevati livelli di integrazione e di sviluppo delle politiche delle Agenzie associate, nelle materie inerenti:

    - la gestione strategica
    - le relazioni istituzionali e sociali
    - i sistemi di finanziamento delle attività ed i criteri di quantificazione dei relativi costi
    - l'organizzazione del lavoro, lo sviluppo delle risorse umane, la gestione dei rapporti di lavoro e delle connesse relazioni sindacali
    - ogni altra tematica tecnica, giuridica ed amministrativa di comune interesse per gli associati stessi.

    » Clicca qui per approfondire le attività di AssoARPA.

    Il dott. Michele Camisasca, Direttore Generale di ARPA Lombardia, è Vicepresidente di AssoARPA con delega per l'area della Governance (Gestione giuridico-amministrativa; Gestione economico-finanziaria - spending review, regime IVA e fiscale, sistemi contabili; Inquadramento contrattuale, gestione del personale e relazioni sindacali) e per l'area Rete CUG Ambiente (Coordinamento e sviluppo delle attività di promozione del Benessere Organizzativo, delle Pari Opportunità e contro le discriminazioni).

  • IMPEL

     

    IMPEL (The European Union Network for the Implementation and Enforcement of Environmental Law) è un'Associazione no profit internazionale che si propone l'obiettivo di promuovere e sostenere l'applicazione della legislazione ambientale all'interno degli Stati Membri dell'Unione Europea e degli Stati collegati, attraverso lo scambio di informazioni e di esperienze tra i suoi membri.

    L'Associazione è registrata in Belgio e ha sede legale e operativa a Bruxelles.
    IMPEL allo stato attuale conta 47 membri di 33 Stati inclusi gli Stati Membri dell'Unione Europea, la Croazia, la Repubblica di Macedonia, la Turchia, l'Islanda e la Norvegia.
    I membri di IMPEL sono le Autorità Ambientali degli Stati Membri dell'Unione Europea, dei Paesi candidati, dei Paesi in via di accesso all'Unione Europea e dei Paesi dell'EFTA (Associazione europea di libero scambio).
    Anche il Ministero Italiano dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare è membro di IMPEL.
    Al fine di espletare le sue attività, IMPEL si avvale di organi quali l'Assemblea Generale (G.A.), il Board e il Segretariato che lo supporta operativamente e i Cluster - forum informali nei quali discutere le bozze delle proposte progettuali nonché rivedere i progetti in corso, i progetti operativi e le conferenze.

    ARPA Lombardia partecipa da diversi anni alle attività di IMPEL ed è ufficialmente membro dell'Associazione dal 1° gennaio 2010, promuovendo diversi progetti di grande importanza, specialmente in merito alle attività di permitting e inspection, e nell'ambito della gestione del suolo.
    ARPA Lombardia, inoltre, fa parte del Communication Group di IMPEL costituito nel Dicembre del 2013.

    SAVE THE DATE
    Water & Land conference 2017 di IMPEL
    La conferenza si svolgerà il 4 e 5 ottobre a Cagliari e il tema sarà ‘Uso del suolo e qualità dell'acqua: quali le interconnessioni?’
    L'acqua, uno dei beni più preziosi per la vita, è messa in pericolo da molteplici minacce, spesso derivanti da un uso improprio e da condotte illegali. Il suolo è una risorsa limitata, soggetta a pressioni concorrenti di urbanizzazione, infrastrutture, produzioni alimentari di fibre e di carburante e la fornitura di servizi ecosistemici fondamentali. Quasi 1.000 km​​2​ fra terreno agricolo e terreno naturale scompaiono ogni anno in UE, convertiti in aree artificiali.
    La Conferenza si fonda sulle attività e le esperienze del Water & Land Expert Team di IMPEL, per migliorare l’attuazione della Direttiva quadro sulle acque e delle Direttive relative al suolo attraverso buone pratiche di pianificazione.
    Le sessioni affronteranno indicativamente i seguenti argomenti:
    - Agricoltura: inquinamento diffuso, pesticidi
    - Sistemi di trattamento delle acque reflue e fognature
    - Sovra-allocazione delle risorse idriche ed eccessiva estrazione di acqua
    - Stato ecologico dei corpi idrici
    - Contaminazione del suolo e della qualità dell'acqua sotterranea
    - IED e qualità dell’acqua
    - Modificazione fisica dei corpi idrici
    - Impatto dei cambiamenti climatici in termini di qualità e disponibilità dell'acqua
    - Impatto dei cambiamenti climatici in termini di qualità e disponibilità di suolo
    - Contributo economia circolare di politiche dell'acqua e del suolo
    - Ripristino degli habitat acquatici e delle zone umide
    - Problemi di protezione contro le inondazioni e le relative potenziali conseguenze ambientali di misure per affrontare i rischi di alluvione

       » ​Consulta qui il programma della conferenza
       ​» Approfondisci e partecipa

    PROGETTI
    IMPEL Soil Conference (ISC) 2015
    Nell'anno che le Nazioni Unite hanno dedicato ai SUOLI, IMPEL ha ritenuto strategico realizzare una conferenza internazionale a Milano su questo tema, nel periodo di svolgimento dell'Esposizione Universale di EXPO.
    Obiettivo del progetto è rafforzare e incrementare i rapporti tra i membri di IMPEL nell'ambito della tematica "suoli" e di quella relativa alla protezione delle acque, nonché sviluppare le relazioni con altre organizzazioni internazionali per un fattivo e proficuo scambio di conoscenze.
    Fondamentale sarà quindi approfondire ed arricchire il dibattito relativo ai diversi temi inerenti il mondo dell'agricoltura e dell'ambiente, nonché focalizzare i possibili ambiti di approfondimento all'interno delle attività di IMPEL.

    » Download here the conference documentation

    Risk Criteria Database & Risk Analysis Tools Development - RCD&RATD
    L'obiettivo del progetto è la promozione dell'uso degli strumenti di analisi del rischio in tutti i settori in cui si effettuano ispezioni ambientali, al fine di ottimizzare l'uso delle risorse a disposizione delle autorità ispettive attraverso:
        » raccolta e condivisione di esperienze sui criteri di rischio ed il loro uso per il complesso delle attività di ispezione, creando un database online accessibile dalle autorità di controllo per facilitare la scelta dei criteri di impatto da utilizzare nello strumento di analisi;
        » estensione dell'uso di strumenti di analisi del rischio per la definizione delle priorità da considerare nel corso delle ispezioni, al fine di contrastare fonti di inquinamento anche diverse dalle attività soggette ad Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) o a Rischio di Incidente Rilevante (RIR); tutto ciò attraverso l'adattamento degli strumenti esistenti, la creazione di nuovi strumenti e l'informazione in merito alle diverse tecniche. Nella realizzazione del progetto sarà dedicata particolare attenzione agli indicatori e parametri in agricoltura e agli strumenti di analisi del rischio specifici di questo settore.

    » Scheda progetto

    Water Over-abstraction and illegal abstraction Detection and Assessment - WODA
    Obiettivo del progetto è fornire ai membri di IMPEL strumenti e metodi adatti al fine di monitorare l'eccessiva estrazione di acqua, legale ed illegale, grazie all'utilizzo delle tecniche di Earth Observation e Geographic Information System (GIS).
    La possibilità di analizzare gli usi dell'acqua per diverse finalità quali quelle agricole, civili e industriali, potrà rivelarsi utile per favorire l'implementazione nel nostro Paese della Direttiva Quadro sulle Acque e per raggiungere gli obiettivi fissati dalla Roadmap per un'Europa efficiente sotto il profilo dell'utilizzo delle risorse.

    » Scheda progetto

    Per approfondimenti:
    » Brochure IMPEL
    » Sito IMPEL

    CONTATTI
    Rappresentante di ARPA Lombardia:
    prof. Giuseppe Sgorbati
    Direttore Tecnico Scientifico

    Responsabile per il coordinamento delle attività:
    dott. Lorenzo Bonardi
    Resp. UO Sviluppo del Sistema Ambientale

    Responsabile per la comunicazione:
    d.ssa Alessandra Negriolli
    Resp. UO Relazioni Istituzionali, Comunicazione e Educazione Ambientale

twitter youtube