ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Home  /  Notizie  / “DUE ITALIANI A STOCCOLMA”: C’ERA ANC...

“DUE ITALIANI A STOCCOLMA”: C’ERA ANCHE ARPA FRA I GIURATI ALLA PREMIAZIONE DEGLI EMAS AWARDS 2009

EMAS Awards è il più prestigioso riconoscimento europeo per la gestione ambientale che, dal 2005, viene assegnato alle organizzazioni che si sono distinte per la capacità nel gestire il proprio sistema di gestione ambientale EMAS.
Quest’anno, EMAS Awards è dedicato alle organizzazioni registrate EMAS che hanno anche realizzato efficaci politiche di Acquisto Verde.

La premiazione è avvenuta il 19 novembre scorso nella cornice del Museo Nazionale di Stoccolma, alla presenza dei partecipanti al concorso, dei rappresentanti della direzione generale Environment della Commissione europea, dei funzionari dell’EMAS Helpdesk e della giuria, di cui hanno fatto parte anche Fabio Iraldo per l’Università Bocconi e Massimo Mauri per ARPA Lombardia.

E’ stato un momento di festa, un segnale di attenzione che la Commissione europea ha voluto dedicare alle organizzazioni che si impegnano a migliorare le proprie prestazioni ambientali, garantendo minori rischi, riduzione dell’inquinamento e una maggiore tutela dei cittadini europei.

Le trentatre candidature sono state suddivise in cinque categorie: micro, piccole, medie e grandi imprese e pubbliche amministrazioni.

Per le micro-organizzazioni ha vinto Eco Conseil entreprise (Belgio), società di consulenza attiva da anni nel campo dell’ambiente e della sua gestione (ideatrice, tra l’altro, di Ecomapping ed EMAS Easy). La società è molto impegnata negli acquisti verdi e nella sostenibilità ambientale delle proprie attività e nel guidare in questa direzione anche i clienti.

Per le piccole organizzazioni è stata premiata VAS. & EK. Kottaridi (Grecia), fondata nel 1968 e specializzata in produzione e vendita di calcestruzzi. L’utilizzo di una biomassa rinnovabile quale i noccioli di oliva, fornita da un produttore locale per l’alimentazione dei forni, è una pratica innovativa di acquisto verde, che permette anche la produzione di carbone vegetale a partire dalle ceneri di combustione.

Il premio per la categoria delle medie organizzazioni è stato assegnato ad Austria Glass recycling (Austria), che organizza la raccolta ed il riciclo del vetro sull’intero territorio nazionale. La grande capacità di creare e gestire collaborazioni tra gli stakeholder si affianca alle molteplici pratiche interne di acquisto verde.

Per le grandi organizzazioni il premio è andato a VAE Eisenbahnsysteme (Austria), che crea sistemi di processo, tra cui sistemi per la guida, la sicurezza e la diagnostica: hanno coinvolto dipendenti, fornitori e clienti nella loro attività di greening, ed impegnato risorse strategiche per produrre energia rinnovabile e utilizzare riscaldamento da biomasse, contribuendo ad evitare l’emissione di 1.400 t di CO2 l’anno.

Ben tre Pubbliche Amministrazioni sono risultate pari merito:
Land Oberösterreich (Austria), centrale acquisti della regione che opera acquisti verdi per tutto il territorio, anche grazie ad una piattaforma informatizzata, e coopera nella realizzazione del piano nazionale degli acquisti verdi;
Umweltbundesamt (Germany), agenzia ambientale tedesca attiva dal 2001 nel GPP, che attualmente ha coinvolto ben cinquanta partner registrati EMAS e sessantadue fornitori con l’eco-marchio tedesco “Blauer Engel”;
Environment Agency (UK), agenzia ambientale molto attiva nelle pratiche GPP e nel coinvolgimento di partner e fornitori, che integra nel GPP gli aspetti socio-economici della sostenibilità.

I partecipanti sono stati valutati sulla base di tre parametri:
• numero di acquisti verdi effettuati rispetto al totale; • valore economico degli acquisti verdi rispetto al valore totale degli acquisti; • ambizione degli acquisti verdi (ossia: capacità di coinvolgere fornitori, dipendenti e clienti nei propri acquisti verdi; utilizzo di standard di prestazione ambientale già normati; presenza e portata dei riferimenti all’acquisto verde nella politica ambientale dell’organizzazione; riconoscimenti ottenuti e progetti ambiziosi di acquisto verde).

Purtroppo le organizzazioni italiane, benché non manchino le eccellenze sul nostro territorio, non hanno ottenuto alcun premio. Comunque sia, tutte le imprese partecipanti meritano una menzione per gli sforzi e i notevoli risultati ottenuti e, come ha sottolineato il presidente della giuria Holger Holbrecht (Direttore Sustainability Management di ICLEI Europa), “chi fa bene deve preoccuparsi solo di chi fa meglio!”

Per maggiori informazioni:www.emasawards.eu

Categoria: Aggiornamenti Tema ambientale: Nessuno


Notizie consigliate


Notizie piu lette

twitter youtube