ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Home  /  Notizie  / AZIONI POSITIVE:  DAL CPO UN CORSO DI...

AZIONI POSITIVE:  DAL CPO UN CORSO DI FORMAZIONE PER PROMUOVERE LA CONCILIAZIONE DEI TEMPI DI VITA E LAVORO.

Lo scorso 20 settembre, presso la sede della direzione generale Sanità di Regione Lombardia in via Pola 9/11, si è svolta la seconda edizione del corso di formazione sulle Pari Opportunità, organizzato dal Comitato Pari Opportunità (CPO) di ARPA Lombardia in collaborazione con le consigliere di Parità di Regione Lombardia, in attuazione di quanto previsto nel Piano triennale di Azioni Positive 2009/2012.

Titolo del corso, cui hanno partecipato i componenti del CPO dell’Agenzia e agli addetti alla rilevazione presenze della Unità Organizzativa Personale e Organizzazione e altri dipendenti interessati all’argomento, “La conciliazione: tempi di vita e lavoro”.

Un tema di particolare attualità alla luce delle recenti modifiche legislative e di quanto esposto nel Programma di azioni per l'inclusione delle donne nel mercato del lavoro Italia 2020, presentato congiuntamente dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali e dal Ministro per le Pari Opportunità il 1° dicembre 2009, nonché della delibera di Giunta Regionale del 5 agosto 2010 “Determinazione in ordine al recepimento e all’attuazione dell’intesa sottoscritta il 29.04.2010 tra Governo, Regioni, Province Autonome di Trento e Bolzano, ANCI, UPI e UNCEM per favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro”, che stabilisce, fra l’altro, risorse economiche da destinare ai progetti inerenti le politiche di pari opportunità.

L'obiettivo è quello di promuovere misure dirette a sostenere i soggetti con responsabilità genitoriali o familiari, per esigenze legate alla maternità o alla presenza di figli minori o di disabili, quali permessi, congedi e indennità di varia natura, fino alla possibilità di concordare con il datore di lavoro la flessibilità degli orari o organizzazioni “alternative” del lavoro (es. telelavoro o lavoro a domicilio). Ma anche di individuare, fra le migliori pratiche già attuate dalle aziende private family-friendly, quelle applicabili nelle realtà della pubblica amministrazione, in considerazione delle risorse economiche e organiche a disposizione.

In apertura, Mariarosa Caporali, presidente del CPO agenziale, ha brevemente ricordato i temi presentati nella prima edizione del corso, richiamando le conclusioni dell’indagine effettuata dal gruppo di lavoro “analisi di genere” (in questo caso riferita alla presenza femminile nell’organico di ARPA), da cui è emersa una situazione relativamente positiva rispetto ad altre realtà lavorative che, tuttavia, mantiene una residua disparità tra carriere femminili e maschili. Un approfondimento sulle motivazioni di quest’ultima rappresenterebbe, secondo il gruppo di lavoro, una buona occasione per aumentare trasparenza e meritocrazia e per fornire alla Direzione spunti utili per la gestione del personale, tramite il monitoraggio del benessere lavorativo dei dipendenti.

Caporali ha, quindi, accennato al “Progetto organizzazione di genere”, che verrà presentato ufficialmente il prossimo 14 ottobre, e che vedrà il CPO di Arpa collaborare con altre realtà evolute della piccola e media impresa lombarda e di Istituzioni e Aziende Pubbliche al fine di individuare indicatori specifici che consentano di stabilire i criteri di assegnazione di un premio istituzionale, che verrà destinato alle imprese o alle Pubbliche Amministrazioni distintesi per l’attenzione alle problematiche femminili.

Ha, inoltre, informato che a breve, in collaborazione con l’Ufficio Stampa, si provvederà a lanciare il questionario per la rilevazione dei bisogni e delle attese orientate, in particolar modo, all’area della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

Subito dopo, è intervenuta Silvia Bellinzona, Consigliera di Amministrazione di Arpa Lombardia particolarmente sensibile alla tematica delle pari opportunità e sostenitrice delle iniziative ricomprese nel Piano triennale di Azioni Positive, fra cui i momenti formativi quali il corso de quo, che ha proposto ai presenti uno spunto di riflessione leggendo un testo significativo e originale sulla Decrescita Femminile.

Gli interventi delle due Consigliere di Parità, Maria Teresa Coppo Gavazzi e Sabina Guancia, hanno fornito alla platea un approfondimento sul quadro normativo attuale in base alle recenti modifiche legislative, nonché un’ampia panoramica sulla situazione degli interventi a favore delle donne a livello europeo. Inoltre, portando ad esempio le azioni adottate presso le varie organizzazioni incontrate nell’ambito delle proprie attività, le consigliere hanno offerto interessanti suggerimenti per la stesura di un piano di interventi che, nell’ottica della conciliazione dei tempi di vita e lavoro, agevolino il superamento del divario occupazionale di genere.

Si è parlato di flessibilità oraria e di “lavoro mobile” (modalità alternativa al telelavoro che prevede momenti di presenza interna all’azienda, in modo da evitare il fisiologico “scollamento” dalla realtà operativa). Si sono prospettati sistemi di mobilità già applicati con successo in molti altri Paesi, come il car pooling, il car sharing e le navette aziendali. Sono state, infine, elencate le proposte che è possibile inserire fra le azioni richieste all’amministrazione per favorire la conciliazione vita/lavoro, dall’asilo nido aziendale al voucher per il ricorso saltuario a babysitter e badanti, fino ad arrivare al servizio di lavanderia e di catering take-away.

Ha chiuso i lavori il direttore generale, Umberto Benezzoli, il quale ha espresso ai presenti la propria personale sensibilità nei confronti delle problematiche legate all’argomento delle pari opportunità e, nel contempo, ha assicurato la piena disponibilità dell’Agenzia a favorire il percorso di conciliazione prendendo in esame e, ove possibile, attuando le proposte che verranno presentate dal CPO a tale riguardo, previo coinvolgimento degli organi preposti alle trattative aziendali.

Ulteriori approfondimenti sul tema sono reperibili sul sito: www.consiglieradiparita-regionelombardia.it

Categoria: Aggiornamenti Tema ambientale: Nessuno


Notizie consigliate


Notizie piu lette

twitter youtube