ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Home  /  Notizie  / SANTA GIULIA: ARPA ORGANISMO TECNICO ...

SANTA GIULIA: ARPA ORGANISMO TECNICO PER UNA BONIFICA E UN PIANO SCAVI

In una nota diffusa nel pomeriggio dall'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente della Lombardia si fa riferimento alla vicenda Santa Giulia, su cui è in corso un’indagine da parte della Magistratura di Milano , alla quale ARPA sta collaborando su specifico incarico. Come rilevabile dagli atti dell’Agenzia, il dipartimento di Milano ha operato quale organismo tecnico nell’ambito di due distinte categorie di procedimento: una procedura di bonifica e una procedura di “Piano Scavi”.

Ognuna di esse ha contenuti tecnici specifici, in quanto riferibili a situazioni ambientali differenti:
le procedure di “piano scavi”, in particolare, partono dal presupposto che la situazione di un area sia già stata sottoposta a procedimenti di bonifica e non segue di conseguenza l’iter di legge di un procedimento di bonifica vera e propria.

Le decisioni concernenti la scelta della tipologia di procedimento sono poste in capo al Comune di Milano, che ha la conoscenza della complessa storia amministrativa dell’area, le cui prime attività di recupero ambientale risalgono all’inizio degli anni ’90.

In virtù quindi della scelta dell’ amministrazione comunale di seguire il procedimento di “piano scavi” per una parte dell’area Santa Giulia, ARPA è stata chiamata a valutare la conformità delle attività eseguite rispetto al progetto, per gli aspetti di specifica competenza e secondo modalità di controllo approvate dal Comune stesso. In tale ambito gli obiettivi sono risultati raggiunti.

Per quanto concerne le attività di bonifica vere e proprie sono state seguite le procedure previste dalla legge, con la partecipazione dei diversi Enti coinvolti, anche in questo caso sotto il coordinamento del Comune di Milano. Le valutazioni di carattere tecnico effettuate da ARPA sono state sempre comunicate, segnalando le criticità via via rilevate, che hanno infatti determinato la ripresa di attività di bonifica sino alla condivisione, all’interno della conferenza dei servizi, del raggiungimento degli obiettivi ambientali.

A seguito delle attività di bonifica è stato previsto, ai sensi della normativa, il monitoraggio qualitativo delle acque dell’area a carico della proprietà. Tale monitoraggio si è interrotto in corrispondenza temporale con le note problematiche insorte, anche di natura giudiziaria, con conseguente richiesta, da parte di ARPA e di altri Enti, di ripristino dei doverosi controlli da parte della proprietà stessa.

L’ultimo parere di ARPA, sulla conformità al progetto delle opere realizzate, risale al 2008 ed è relativo al procedimento che riguarda una porzione meridionale del comparto di Santa Giulia (aree di messa in sicurezza e bonifica nella zona sud del Piano di Intervento Integrato).

I controlli, che hanno portato alla individuazione delle situazioni di criticità e al conseguente sequestro preventivo dell’area, sono stati effettuati da ARPA nell’ambito di indagini svolte a favore della Procura della Repubblica di Milano, verso la quale prosegue la collaborazione contestualmente a tutte le necessarie verifiche, anche al proprio interno, rispetto alla corretta gestione del procedimento.

Categoria: Aggiornamenti Tema ambientale: Nessuno


Notizie consigliate


Notizie piu lette

twitter youtube