ARPA Lombardia

Home  /  Notizie  / INCENDIO RAFFINERIA ENI SANNAZZARO

INCENDIO RAFFINERIA ENI SANNAZZARO

Sannazzaro de’ Burgondi, 7 febbraio 2017 – E’ stata trasmessa oggi agli enti coinvolti una relazione sulle attività svolte dalle squadre di ARPA Lombardia che, la mattina dello scorso 5 febbraio, sono intervenute in emergenza per l’incendio all'impianto di desolforazione del gasolio “HDS2” della raffineria ENI di Sannazzaro de' Burgondi.

I tecnici del Centro regionale della qualità dell’aria hanno costantemente monitorato i dati delle centraline presenti nella zona della raffineria (Galliavola, ad Ovest, Sannazzaro a Est, Ferrera Erbognone e Scaldasole a Nord, oltre alla centralina di Pavia Folperti “di confronto”), da cui non sono emersi significativi incrementi degli inquinanti misurati.

In particolare, per le misure del biossido di zolfo (SO2) sono stati registrati andamenti coerenti con quelli tipici dell’area anche in assenza di incendi, con incrementi che si rilevano frequentemente nella zona e che, comunque, sono sempre ampiamente al di sotto del valore limite di protezione della salute umana, pari a 350 μg/m3 come media oraria.

Per quanto riguarda i composti organici volatili (VOC), ricordando che la norma prevede solo il limite relativo alla concentrazione media annua del Benzene (5 microgrammi/metro3), si precisa che le centraline dell’Agenzia analizzano i valori di Benzene, Toluene e Xilene: è stato verificato che, anche nella fase acuta dell'evento, le concentrazioni di questi inquinanti non hanno mostrato incrementi significativi.

Categoria: Aggiornamenti Tema ambientale: Nessuno


Notizie consigliate


Notizie piu lette

twitter youtube