ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Home  /  Notizie  / FIUME OLONA

FIUME OLONA

(www.Lombardiaquotidiano.it) Milano, 9 maggio 2013 - Anche l’Unione Europea, oltre al Piano d’ambito e a i finanziamenti di Regione Lombardia (7 milioni investiti nell’Accordo quadro) sono i fattori che potrebbero determinare una svolta alla complessa vicenda del fiume Olona. Questo quanto emerso durante l’affollata audizione che la Commissione consiliare Ambiente e protezione civile, presieduta da Luca Marsico ha tenuto questa mattina a Milano, nella sede del Consiglio regionale.
La situazione attuale del fiume, gli interventi urgenti definiti dallo stralcio al Piano d’ambito (approntato dal neo costituito ATO e che prevedono per l’ammodernamento dei depuratori opere per complessivi 19 milioni di euro, come dichiarato da Carla Rioli, direttore del’Ufficio ATO di Varese) e i programmi a livello europeo che ARPA Lombardia intende varare sono stati illustrati ai componenti la Commissione come le leve su cui incardinare il processo di soluzione ai problemi ambientali del territorio.
Questa è stata la prima seduta della Commissione Ambiente nella nuova legislatura e sono particolarmente soddisfatto di aver potuto affrontare con la molteplicità degli attori coinvolti nella vicenda del fiume Olona – ha dichiarato il Presidente Marsico -. Ritengo che questo incontro abbia ottenuto lo scopo di conoscere più dettagliatamente lo stato degli interventi e dei finanziamenti richiesti e che sono il vero nodo del problema. Si tratta comunque di un primo tratto di un percorso che la Commissione affronterà anche con le associazioni, i comitati e le unioni di categoria per arrivare a individuare soluzioni concerete e complessive a una situazione ormai drammatica per i cittadini”.
Gli aspetti ambientali del problema sono stati illustrati da alcuni Sindaci (sono intervenuti i primi cittadini di Castellanza - Fabrizio Farisoglio, Gorla Minore - Giuseppe Migliarino, Marnate - Celestino Cerana, Legnano - Alberto Centinaio, Olgiate - Giorgio Volpi) che hanno ribadito l’urgenza di stabilire competenze, mansioni e finanziamenti.
La Presidente di ARPA Lombardia, Elisabetta Parravicini ha poi sottolineato come il fiume Olona rappresenti il progetto pilota su cui si sta avviando la procedura per la partecipazione a un bando europeo per dotazioni di sonde per il monitoraggio ambientale automatico. Tale esigenza è stata sollevata anche da Fulvio Miscione, Presidente del Consorzio del fiume. Maria Teresa Cazzaniga, Direttore del Dipartimento ARPA di Varese ha invece sottolineato l’urgenza di progetti internazionali anche per ottenere idee sugli interventi e la riqualificazione “che richiede investimenti urgenti a fronte di una situazione ormai da decenni stabile su parametri scarso/scadente da punto di vista ecologico”.
La Vice Presidente della Commissione, Lara Magoni ha inoltre sottolineato come “l’ambiente sia un bene per tutti su cui è urgente fornire risposte concrete, lavorando in uno spirito di collaborazione istituzionale”.
Il consigliere Gianmarco Corbetta ha sollecitato la Commissione a un dibattito che dal fiume Olona comprenda anche gli altri corsi d’acqua ad alto tasso di inquinamento “considerando anche i costi derivanti dal non fare che potrebbero portare a infrazioni europee”.
Anche Giuseppe Villani si è dichiarato favorevole a un percorso che porti la Commissione a formulare un documento unitario per la tutela e la promozione dei fiumi “che non devono più essere considerati come un problema ma come una risorsa per il rilancio di uno sviluppo sostenibile”. (are)

Categoria: Aggiornamenti Tema ambientale: Nessuno


Notizie consigliate


Notizie piu lette

twitter youtube