ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Home  /  Notizie  / Dalla biodegradazione di solventi clo...

Dalla biodegradazione di solventi clorurati, una possibilità di risanamento delle falde

L’uso industriale di quantità rilevanti di solventi clorurati unito a improprie procedure di smaltimento ha provocato un inquinamento diffuso delle falde acquifere in vari Paesi, compreso l’Italia. Da questa riflessione ha preso le mosse il convegno “I processi di biodegradazione nel risanamento e nel controllo delle falde inquinate da solventi clorurati”, promosso martedì 7 ottobre dall’Arpa della Lombardia in collaborazione con il Politecnico di Milano. Dal confronto fra addetti ai lavori è emerso che particolari condizioni chimico- fisico- biologiche favoriscono la degradazione di sostanze come il tetracloroetilene e il tricloroetilene a dicloroetilene, cloruro di vinile monomero e infine a etilene, meccanismi che, se sfruttati in determinate condizioni, possono essere impiegati per il risanamento delle aree contaminate.

Categoria: Aggiornamenti Tema ambientale: Nessuno


Notizie consigliate


Notizie piu lette

twitter youtube