ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Home  /  Notizie  / Qualità dell'aria a Bergamo: ancora P...

Qualità dell'aria a Bergamo: ancora Pm10 e ozono un problema da risolvere. Ottimo lo stato di salute della rete di rilevamento degli inquinanti

Migliora lo stato di salute dell’aria a Bergamo nell’ultimo decennio, così come qualificata e rappresentativa della zona è ad oggi la rete di rilevamento degli inquinanti. È quanto emerso dal convegno “La qualità dell’aria a Bergamo e Provincia”, promosso venerdì 24 ottobre, dall’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente (Arpa) della Lombardia in collaborazione con la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Bergamo con la partecipazione dell’assessore regionale alla Qualità dell’ambiente, Franco Nicoli Cristiani. «Guardando l’andamento degli inquinanti dell’atmosfera negli ultimi anni – ha commentato il direttore del dipartimento di Bergamo dell’Arpa, Adriano Musitelli – notiamo una permanente criticità per quanto riguarda le concentrazioni di Pm10, ozono e biossidi di azoto, controbilanciati da un miglioramento sul fronte del monossido di carbonio e degli ossidi di zolfo». Nel corso dell’incontro sono stati inoltre presentati i risultati delle analisi condotte nell’dell’inverno 2002-2003 sugli Ipa (Idrocarburi policiclici aromatici), indicando una significativa presenza di benzopirene. Su queste basi è stata pertanto annunciato il perfezionamento di un protocollo d’intesa fra Arpa di Bergamo e amministrazione comunale per una campagna d’approfondimento dello studio degli Ipa nel 2004. Il direttore Musitelli, ha infine annunciato la costituzione in città di un laboratorio odorimetrico di riferimento per l’Arpa della Lombardia. Il progetto dovrebbe essere portato a compimento il prossimo anno.

Categoria: Aggiornamenti Tema ambientale: Nessuno


Notizie consigliate


Notizie piu lette

twitter youtube