ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Home  /  Notizie  / Aria, clima, emissioni: l'Arpa presen...

Aria, clima, emissioni: l'Arpa presenta il Centro tematico

Censire le reti di rilevamento della qualità dell’aria per identificare le stazioni più rappresentative del territorio italiano. Omogeneizzare i sistemi regionali di misura e valutazione degli inquinanti e accrescere la conoscenza dello stato delle diverse componenti ambientali. Così l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente (Arpa) della Lombardia ha sintetizzato oggi a Milano nel corso di un convegno di presentazione, le attività del Centro tematico nazionale Aria-clima-emissione (Ctn-Ace), che coordinerà per il prossimo triennio, come indicato da una convenzione con l’Apat, l’Agenzia per la protezione dell’ambiente e per i servizi tecnici. Si tratta di un ruolo importante all’interno del sistema agenziale per la definizione delle linee guida per la raccolta e la gestione dei dati ambientali relativi a clima, qualità dell’aria, deposizioni atmosferiche ed emissioni, un’ attività per lo più sconosciuta ai non addetti ai lavori. “Il Ctn-Ace opera con una impostazione su due livelli, che affianca alla conoscenza della realtà italiana, l’omogenizzazione delle misure e della distribuzione delle centraline”. Sono le parole del responsabile del Centro tematico, Roberto Gualdi, intervenuto oggi a Milano in un incontro di presentazione delle attività in programma. “A questo scopo – prosegue Gualdi - uno degli obbiettivi delle Arpa regionali impegnate nelle attività del Centro tematico, è l’inventario delle reti, come indicato dalla Commissione Europea e dall’Agenzia europea per l’ambiente a partire dall’anno 2000”. È in corso, pertanto, una selezione mirata di oltre 700 stazioni, che potrebbe portare alla ricollocazione e all’integrazione di una parte delle centraline in uso. Quanto alle emissioni in atmosfera, in vista della redazione dell’Annuario 2003, gli operatori del Ctn-Ace stanno valutando l’inserimento di nuovi indicatori e la disaggregazione dell’inventario nazionale a livello regionale e provinciale. Un ultimo aspetto del lavoro svolto riguarda la definizione di nuovi modelli che, rappresentando i processi di inquinamento atmosferico attraverso equazioni, ne descrivono l’evoluzione nello spazio e nel tempo.

Categoria: Aggiornamenti Tema ambientale: Nessuno


Notizie consigliate


Notizie piu lette

twitter youtube