ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Home  /  Notizie  / Un tesoro per il futuro chiamato acqu...

Un tesoro per il futuro chiamato acqua: convegno internazionale a Cernobbio

Cultura, uso e servizi, sicurezza, solidarietà e partenariato. Sono queste le parole chiave usate dal Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, per illustrare come e quanto l'acqua sia un "tesoro per il futuro", secondo lo spunto fornito dal titolo del convegno internazionale organizzato oggi e domani a Cernobbio dall'assessorato alle Risorse idriche della Lombardia in collaborazione con il Ministero dell'Ambiente. Un evento che si colloca nella seconda parte dell'Anno Mondiale dell'Acqua istituito dall'Onu per sensibilizzare l'opinione pubblica su questo tema. "Amica e nemica dell'uomo, risorsa e limite per lo sviluppo, condizione di pace e di benessere e causa di sanguinosi conflitti": è da questa considerazione sulla natura ambivalente dell'acqua che Formigoni ha richiamato la necessità di "un governo consapevole e responsabile dei processi che attorno all'acqua ruotano", a partire dalla "presa di coscienza del valore intrinseco di questa risorsa, perché sia chiaro che il diritto all'universalità del servizio idrico non si può trasformare in utilizzo indiscriminato. Anche sul piano economico - ha aggiunto - occorre far crescere la consapevolezza che è necessario pagare l'acqua ad un giusto prezzo, dato che quello che paghiamo oggi come utenti è chiaramente inferiore al vero valore della risorsa e ciò ne provoca spesso un uso non consapevole né razionale". Per questo - ha spiegato il Presidente - la Regione ha messo in cantiere un progetto di educazione per migliaia di scuole elementari e medie della Lombardia, che nelle scorse settimane è partito nella prima fase coinvolgendo 500 classi campione di terza elementare e prima media. Nella necessità di "attuare una visione integrata delle politiche in materia di risorse idriche, in modo da superare la frammentazione dell'azione di governo tra molteplici settori", e sulla base di una politica regionale particolarmente vicina agli Enti locali ("sostenuti nella realizzazione delle infrastrutture necessarie"), Formigoni ha lanciato il modello lombardo del "partenariato" capace di superare la dialettica che contrappone pubblico e privato. "La nuova legge regionale - ha detto Formigoni - prevede la possibilità di un modello nel quale gli investimenti in reti ed impianti siano realizzati da società patrimonio degli Enti locali, avvalendosi di risorse finanziarie a basso tasso di remunerazione così da poter minimizzare l'impatto sulle tariffe. La norma prevede altresì l'affidamento del servizio nella più assoluta trasparenza in modo tale da favorire una concorrenza volta a caratterizzare in senso sempre più imprenditoriale la gestione del servizio stesso".

Categoria: Aggiornamenti Tema ambientale: Nessuno


Notizie consigliate


Notizie piu lette

twitter youtube