ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Home  /  Notizie  / ARPA LOMBARDIA PROMUOVE LA NASCITA DE...

ARPA LOMBARDIA PROMUOVE LA NASCITA DELLA WORLD REGIONS ENVIRONMENTAL AGENCY (WREA)

Ad ARPA Lombardia è affidata la guida della fase di startup della World Regions Environmental Agency (WREA). La nascita di una Agenzia Ambientale delle Regioni del Mondo è stata sancita nell’ambito delle attività del World Regions Forum (WRF), meeting delle Regioni più dinamiche ed economicamente rilevanti a livello globale, tenutosi a Milano dal 19 al 21 novembre scorso.

L’evento, organizzato e promosso dalla Regione Lombardia, insieme con il Ministero degli Affari Esteri e la Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha coinvolto tutti e cinque i continenti, con un totale di quattordici delegazioni presenti ed è nato con l’intento di sfruttare il ruolo delle economie e delle politiche dei governi subnazionali, per disegnare nuove regole di cooperazione di fronte alla crisi economica e alle grandi sfide dello sviluppo sostenibile.

L'ambiente è uno dei tre temi, con capitale umano e sanità, sui quali le quindici regioni coinvolte sono state chiamate a rivolgere la propria attenzione (dalla Sudafricana Gauteng, all'australiano New South Wales, dalla California, all'Illinois, da Madrid a Buenos Aires, passando per Singapore, Shangai, Nuevo Leon in Messico, Baviera, San Pietroburgo, Madrid, Ile de France).

Così come tre sono i progetti che la Lombardia ha presentato alle altre delegazioni presenti al forum: «creare una rete di collegamento fra le migliori università – ha spiegato il governatore Formigoni nel corso della conferenza stampa che ha preceduto l’evento - per favorire scambi di studenti, docenti e ricercatori; creare una rete fra i migliori centri di ricerca in campo medico, lavorando in particolare sulla medicina digitale e istituire un'agenzia internazionale dell'ambiente che via web colleghi le agenzie delle varie regioni».

Ed è proprio in occasione della sessione dedicata all’ambiente che ARPA Lombardia ha giocato un ruolo da protagonista: Franco Picco, direttore generale, ha illustrato personalmente alle delegazioni delle quindici Regioni più dinamiche a livello mondiale il progetto denominato “sostenibilità ambientale”, elaborato dall’Agenzia mantenendo una stretta connessione con il concept e gli obbiettivi primari del WRF.

Il progetto risponde in primo luogo all’esigenza di condividere la complessità dei temi ambientali, allo scopo di costituire una “comunità” di soggetti sub-nazionali corresponsabili e solidali per la costruzione di un approccio nuovo, sistematico e integrato alla gestione dell’ambiente, pur nel pieno rispetto delle diversità e delle autonomie di ciascuna regione.

Il piano di azione associato propone di attivare una piattaforma virtuale di lavoro comune che, attraverso la messa in rete di conoscenze, dati, best practices, informazioni, esperienze e criticità, contribuisca a supportare, da un punto di vista tecnico-scientifico, le scelte governative di programmazione e pianificazione ambientale.

Organismo operativo del progetto è l’agenzia internazionale WREA che, nel rispetto delle linee di indirizzo fissate dall’International board dei governi partecipanti, funga da strumento dinamico e flessibile di raccordo operativo tra le diverse agenzie ambientali, lavorando principalmente a distanza grazie l’utilizzo degli strumenti messi a disposizione dalla information technology.

La WREA, così come prospettata da ARPA nel corso del World Regions Forum, identifica una serie di obiettivi a fondamento della sua stessa costituzione. In particolare si propone di:

  • creare un sistema stabile di scambio di informazioni, comunicazioni ed esperienze e di trasferimento di best practices, know-how e tecnologie in campo ambientale;


  • implementare strumenti di conoscenza e individuare misure di prevenzione e protezione dall’inquinamento, a supporto delle politiche governative di pianificazione sostenibile;


  • definire livelli comuni di protezione ambientale;


  • sviluppare sistemi di monitoraggio condivisi e individuare strumenti comuni di raccolta, analisi ed elaborazione di dati;


  • elaborare un sistema unico di reportistica ambientale;


  • mantenere in costante e continuo aggiornamento lo stato delle conoscenze, delle ricerche, delle sperimentazioni e delle innovazioni tecnologiche in campo ambientale;


  • sostenere all’evoluzione tecnologica delle attività produttive verso lo sviluppo e l’affermazione, capillare e su vasta scala, di soluzioni organizzative e tecniche che siano sempre meno inquinanti e più in sintonia con un uso intelligente e moderno delle risorse naturali, specie di quelle rinnovabili;


  • facilitare o sviluppo di partnership inter-agenziali.

La struttura del network di agenzie che si intende creare, fondata sui principi di cooperazione, condivisione e informazione, è concepita come esterna alle strutture gerarchiche e aperta al contributo di organizzazioni nazionali ed internazionali, istituti di ricerca, Università, soggetti privati (fondazioni e imprese), associazioni di categoria, associazioni e organizzazioni non governative.
Essa opererà attraverso gruppi tecnici tematici composti da esperti designati dalle singole agenzie, sotto la direzione di un comitato direttivo, in stretta cooperazione con tutte le altre reti europee ed internazionali dedicate alle stesse tematiche, allo scopo di massimizzare l’efficacia delle attività ed evitare inutili duplicazioni. E’ previsto inoltre lo sviluppo di un sito web dedicato, che adopererà fra i più evoluti strumenti e servizi virtuali, necessari al raggiungimento degli obiettivi individuati.

Lo sviluppo della WREA prevede tre fasi distinte: la prima, di screening e avvio si articolerà tra gennaio e maggio del 2010, la seconda, di testing della macchina organizzativa, andrà da giugno dicembre del prossimo anno e, a partire da gennaio 2011, è pianificato l’inizio della terza fase, di azione ordinaria della rete delle Agenzie.

ARPA Lombardia, in qualità di ente di supporto tecnico-scientifico di Regione Lombardia è chiamata a svolgere un ruolo chiave nelle attività di sviluppo della WREA, destinato a trasformarsi in una partecipazione strutturata dell’agenzia ad un ampio contesto di relazioni internazionali.

L’insieme di progetti e obiettivi condivisi nel corso del World Regions Forum e tra essi anche quelli inerenti alle tematiche ambientali, sono contenuti in un documento finale sottoscritto da tutti le regioni partecipanti e denominato Carta di Milano.

Per maggiori informazioni e aggiornamenti visita il sito:
www.worldregionsforum.org



Torna all'archivio news

Categoria: Aggiornamenti Tema ambientale: Nessuno


Notizie consigliate


Notizie piu lette

twitter youtube