Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale

Grandi Impianti di Combustione

Accesso
sei in: ARPA Lombardia > Imprese > Energia > Grandi Impianti di Combustione
Grandi Impianti di Combustione
salta i social network collegati e vai al menu generale
È definibile come Grande Impianto di Combustione (GIC) un impianto la cui potenzialità termica (intesa come somma di tutti i focolari presenti) supera 50 MWt.
 
Questa tipologia d’impianto è soggetta ad Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA).
 
I riferimenti alla normativa nazionale si riconducono alla Parte Quinta del D.Lgs. 152/06 (in particolare Allegato II Grandi impianti di combustione (GIC) e Allegato X Disciplina dei combustibili oltre che ad una normativa specifica sulle fonti rinnovabili di cui il “capostipite” è rappresentato dal D.Lgs. 387/2003.
 
 
Che cosa fa ARPA​
 
ARPA esercita l’attività di controllo presso i Grandi Impianti di Combustione.
 
Solo nel caso in cui la potenza totale superi i 300 MWt l’autorizzazione è rilasciata dal Ministero dell’Ambiente (AIA statale).
 
ARPA svolge inoltre verifiche presso gli impianti di produzione energia, sia quelli soggetti ad AIA (nel caso delle AIA statali il controllo viene fatto in collaborazione con ISPRA) sia quelli in possesso di altre autorizzazioni.
 
In particolare le verifiche riguardano i contenuti delle autorizzazioni in termini di:
  • valori limite di emissioni
  •  
  • prescrizioni tecnico-gestionali.

Che cosa devono fare le imprese 
 
Nel 2012 la Regione Lombardia ha approvato con D.G.R. n. 3934 del 06/08/2012 i “Criteri per l’installazione e l’esercizio degli impianti di produzione di energia collocati sul territorio regionale”.
 
È questo il documento tecnico di riferimento da utilizzarsi come guida per tutti i procedimenti autorizzativi relativi agli impianti di produzione di energia e concernenti le emissioni in atmosfera.
 
In questa delibera si fa riferimento sia ai procedimenti di autorizzazione alle emissioni in atmosfera sia ai procedimenti di autorizzazione integrata ambientale.
 
Le indicazioni riportate si applicano alle seguenti tipologie impiantistiche:
  • turbine a gas;
  •  
  • impianti a focolare;
  •  
  • motori a combustione interna.