Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale

RIR

Passa a livello superiore
Accesso
sei in: ARPA Lombardia > Imprese > RIR > Informazione e consultazione
Informazione e consultazione
salta i social network collegati e vai al menu generale
La normativa Seveso pone grande attenzione all’informazione e alla consultazione dei lavoratori e della popolazione e considera queste due “azioni” come fondamentali per la prevenzione del rischio di incidente rilevante e per la salvaguardia degli abitanti nell’area circostante lo stabilimento. 
Infatti, le reazioni ad un’eventuale situazione d’emergenza possono dipendere anche da quanto le persone conoscono il rischio a cui sono esposte, dalla capacità di memorizzare e di seguire correttamente le istruzioni e dal pregiudizio diffuso sul rischio industriale.
 
L’obiettivo prioritario dell’informazione è quello di rendere consapevoli i lavoratori e i cittadini dell’esistenza di questo rischio e della possibilità di mitigare le conseguenze di un incidente attraverso i comportamenti di autoprotezione e l’adozione tempestiva di misure di sicurezza previste dalle procedure di emergenza.
 
 
Competenze
 
Sono previste specifiche modalità e strumenti per informare e consultare la popolazione ed in particolare:
 
In materia d’informazione
  • Il Comune dove è localizzata l’azienda a Rischio di Incidente Rilevante deve portare a conoscenza della popolazione le informazioni fornite dal gestore attraverso la “Scheda di informazione sui rischi di incidente rilevante per i cittadini e i lavoratori” (allegato V al D.lgs. 334/1999 e s.m.i.), eventualmente renderle maggiormente comprensibili e fornire alle persone che possono essere coinvolte le informazioni riguardanti le misure di sicurezza da adottare e le norme di comportamento da osservare in caso di incidente.
  • La Regione deve provvedere a rendere accessibile, alla popolazione interessata, le informazioni contenute nel rapporto di sicurezza, relative all’analisi del rischio.
  • il Gestore degli stabilimenti a rischio di incidente rilevante ha specifici obblighi nei confronti dei lavoratori che operano nelle proprie aziende infatti in base a quanto stabilito dal DM 16 marzo 1998 deve assicurare l’informazione, la formazione e l’addestramento non solo ai propri lavoratori, ma anche a quelli alle dipendenze di terzi o autonomi, preposti, anche occasionalmente, alla manutenzione degli impianti o depositi, ai servizi generali o che accedono allo stabilimento per qualsiasi altro motivo di lavoro o che effettuano operazioni comunque connesse con l’esercizio degli impianti o depositi.
 
In materia di consultazione

 
Sono previste anche modalità e strumenti per la consultazione della popolazione presente in aree soggette a rischio a rischio di incidente rilevante:
  • in caso di nuovi insediamenti industriali, modifiche significative di insediamenti esistenti, nuovi insediamenti e infrastrutture o interventi in progetto attorno agli stabilimenti a rischio d’incidenti rilevanti esistenti, la popolazione interessata deve essere messa in grado di esprimere il proprio parere, nell’ambito dei procedimenti di formazione degli strumenti urbanistici o delle valutazioni di impatto ambientale;
  • nell’ambito dell’elaborazione del Piano di Emergenza Esterno allo stabilimento a rischio di incidente rilevante, il Prefetto, d'intesa con le Regioni e gli Enti locali interessati, ha il compito di consultare la popolazione.