Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale

Temperature minime e massime

Accesso
Guida temperature minime e massime
salta i social network collegati e vai al menu generale
Le mappe riportano i valori di temperatura media oraria minima e massima per la Lombardia.
Sono fornite, inoltre, una serie di informazioni supplementari:
  • in alto a destra: fascia oraria di raggiungimento delle temperature minima e massima;
  • a destra: grafico puntuale dell'andamento della temperatura media oraria (Time zone offset: UTC + 1 ora).
Le informazioni sono aggiornate con cadenza giornaliera, alle ore 07:00.
 
Il giorno di riferimento, riportato nella pagina stessa, di norma è il giorno precedente a quello corrente.
 
La modalità di visualizzazione è personalizzabile dall'utente attraverso i pulsanti posti prima della cartina:
  • scegliere la località d'interesse
  • visualizzare la mappe delle minime o delle massime
  • selezionare il grado di opacità della mappa.
 
Come vengono ottenute le mappe di temperatura
 
Le mappe di temperatura media oraria minime e massime si ottengono a partire dalle osservazioni della rete meteorologica di ARPA Lombardia.
La procedura seguita è la seguente:
per ciascuna ora la rete di misura riporta circa duecento osservazioni di temperatura media oraria;
l'informazione contenuta nelle misure viene distribuita su tutta la regione (ovvero, anche dove non esistono stazioni di misura) attraverso interpolazione spaziale, si ottiene così una mappa per ciascuna ora;
per ogni punto della mappa sono identificati gli estremi di temperatura e l'ora in cui gli estremi stessi si raggiungono, ottenendo così tutte le informazioni utili a produrre le mappe presentate.
 
 
Interpolazione statistica:
Il metodo utilizzato è noto come interpolazione statistica o Optimal Interpolation ed è un metodo di consolidato e diffuso in ambito meteorologico.
 
Una caratteristica generale degli schemi di interpolazione statistica è quella di "filtrare" le osservazioni dall'effetto dei fenomeni meteorologici locali. Con l'aggettivo locali si indicano quei fenomeni che non è possibile ricostruire in modo preciso ed accurato data la risoluzione spaziale della rete meteorologica di misura e la risoluzione temporale scelta.
Come conseguenza, i valori di temperatura riportati nelle mappe potrebbero non coincidere con i valori osservati alle stazioni.
Questo non deve essere interpretato come un errore,  piuttosto è una proprietà dello schema di interpolazione. Tale proprietà permette di minimizzare l'incertezza sui valori dei parametri meteorologici ricostruiti nei punti dove non si hanno stazioni di misura.
 
L'applicazione del metodo alle misure di una rete meteorologica ad alta risoluzione, sia spaziale che temporale, quale è la rete lombarda, è frutto di un lavoro di sviluppo originale e rilevante.
Per una descrizione del lavoro svolto e delle scelte effettuate, si rimanda al sito del Dott. Francesco Uboldi: www.magritte.it
 
 
Perchè la scelta dell'ora come base temporale di riferimento.
 
Date le caratteristiche proprie della rete di rilevamento meteorologico di ARPA Lombardia, si è valutato di utilizzare l'osservazione media oraria come base di riferimento per la produzione di mappe delle grandezze meteorologiche.
Infatti, il numero di osservazioni utilizzate è il massimo numero possibile nel caso di medie orarie, mentre si riduce sensibilment, ad esempioe, per medie sui 10 minuti.
 
RILEVAZIONI IN TEMPO REALE
CITTÀ TEMP.
°C
PIOGGIA
mm
VENTO
km/h
UR
%
MI 11,6 0 1 SO 95
BG 13,6 0 3 SO 94
BS 11,0 0 1 SO 100
CO 12,1 0 3 SO 99
CR 11,2 0 1 SE 89
LC 11,7 0 3 S 96
LO 12,4 0 0 NE 100
MB 12,6 0 0 SE 96
MN 12,0 0 4 NO 99
PV 11,5 0 5 NE 99
SO 7,8 0 6 E 93
VA 10,9 0 1 S 94