Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale

Neve e Valanghe

Accesso
sei in: ARPA Lombardia > Meteo Lombardia > Previsioni Meteo > Neve e Valanghe
Bollettino neve e valanghe
salta i social network collegati e vai al menu generale
Il bollettino, emesso quotidianamente domenica esclusa, è elaborato dal Centro Nivometeorologico di ARPA Lombardia nella sede di Bormio (SO).

» Vuoi ricevere via eMail il Bollettino Neve e Valanghe? Manda una mail a: nivometeo@arpalombardia.it​​
 
 
 

giovedì 19.04

venerdì 20.04

sabato 21.04

Tendenza
CIELO SERENO. IL PERICOLO VALANGHE AUMENTA DALLA TARDA MATTINATA
 
SITUAZIONE
SU ALPI RETICHE, ADAMELLO E OROBIE
PERICOLO VALANGHE: 2 MODERATO al mattino, in aumento a 4 FORTE
PR
OBLEMA PRINCIPALE:  neve bagnata
Valanghe provocate: dalle ore centrali, su molti pendii ripidi probabile distacco di valanghe di  medie e  grandi dimensioni, anche con debole sovraccarico.
Valanghe spontanee: dalle ore centrali su molti pendii ripidi probabili scaricamenti e  valanghe di medie dimensioni. Anche grandi in siti non ancora scaricati.

SU PREALPI
PERICOLO VALANGHE:  2 MODERATO in aumento a 3 MARCATO SU BRESCIANE ; 1 DEBOLE in aumento a 3 MARCATO SU BERGAMASCHE.
PROBLEMA PRINCIPALE: neve bagnata.
Valanghe provocate: dalle ore centrali su molti pendii ripidi possibile distacco di valanghe, di piccole e medie dimensioni, con debole sovraccarico.
Valanghe spontanee: dalle ore centrali su molti pendii ripidi possibili scaricamenti e valanghe di piccole e medie dimensioni di neve bagnata, singole anche grandi e di fondo a partire dalle ore centrali.

APPROFONDIMENTI METEO e NEVE: sulle nostre montagne cielo in prevalenza sereno, solo pochi cumuli al pomeriggio sulle Orobie. Il rigelo, dopo la notte serena, determina un buon  consolidamento della neve in superficie e mantiene condizioni di stabilità fino a tarda mattinata. Con il forte riscaldamento e l'irraggiamento solare il manto nevoso si indebolisce anche a quote elevate specie nei versanti meridionali dove però i pendii sono in gran parte scaricati. L'attività valanghiva  può interessare  via via i versanti  Est, Ovest e anche Nord che presentano ancora notevoli spessori di neve e strati interni deboli.
 





 
LUOGHI PERICOLOSI PROBLEMA PRINCIPALE
LUOGHI PERICOLOSI LUOGHI PERICOLOSI PROBLEMA PRINCIPALE
tutte le quote
 
VENTO A 3000M ZERO TERMICO TEMPERATURE
VENTO ZERO TERMICO TEMPERATURE
10 - 35 Km/h da Est 3500-3800 m in aumento
 
Molto Forte 5 Molto Forte Forte 4 Forte Marcato 3 Marcato Moderato 2 Moderato Debole 1 Debole AumentoDimminuizione aumento/diminuzione pericolo in giornata
CIELO IN PREVALENZA SERENO.IL PERICOLO VALANGHE AUMENTA DALLA TARDA MATTINATA
 
PREVISIONE
SU ALPI RETICHE, ADAMELLO E OROBIE
PERICOLO VALANGHE: 2 MODERATO al mattino, in aumento a 3 MARCATO
PROBLEMA PRINCIPALE:
  neve bagnata
Valanghe provocate: dalle ore centrali, su molti pendii ripidi possibile il distacco di valanghe di  medie e grandi dimensioni,  con debole sovraccarico.

Valanghe spontanee: dalle ore centrali su molti pendii ripidi probabili scaricamenti e  valanghe di medie dimensioni;  alcune grandi, dai siti non ancora scaricati.

SU PREALPI
PERICOLO VALANGHE:  2 MODERATO in aumento a 3 MARCATO SU BRESCIANE ; 1 DEBOLE in aumento a 3 MARCATO SU BERGAMASCHE.
PROBLEMA PRINCIPALE: neve bagnata.
Valanghe provocate: dalle ore centrali su molti pendii ripidi possibile distacco di valanghe, di piccole e medie dimensioni, con debole sovraccarico.
Valanghe spontanee: dalle ore centrali su molti pendii ripidi possibili scaricamenti e valanghe di piccole e medie dimensioni di neve bagnata, singole anche grandi e di fondo a partire dalle ore centrali.

APPROFONDIMENTI METEO e NEVE: cielo sereno o  velato in mattinata, poche nubi al pomeriggio sulle Orobie. Il rigelo, dopo la notte serena, avrà consentito un buon  consolidamento della neve in superficie che manterrà condizioni di stabilità fino a tarda mattinata. Con la persistenza di elevate temperature e del forte irraggiamento solare il manto nevoso si indebolirà anche a quote elevate specie nei versanti meridionali dove però i pendii sono in gran parte scaricati. L'attività valanghiva potrà interessare  via via i versanti  Est, Ovest e anche Nord che presentano ancora notevoli spessori di neve e strati interni deboli.





 
LUOGHI PERICOLOSI PROBLEMA PRINCIPALE
LUOGHI PERICOLOSI LUOGHI PERICOLOSI PROBLEMA PRINCIPALE
tutte le quote
 
VENTO A 3000M ZERO TERMICO TEMPERATURE
VENTO ZERO TERMICO TEMPERATURE
20-5 Km/h da E-SE 3400-3600 m lieve diminuzione
 
Molto Forte 5 Molto Forte Forte 4 Forte Marcato 3 Marcato Moderato 2 Moderato Debole 1 Debole AumentoDimminuizione aumento/diminuzione pericolo in giornata
CIELO IN PREVALENZA SERENO.IL PERICOLO VALANGHE AUMENTA DALLA TARDA MATTINATA
 
PREVISIONE
SU ALPI RETICHE, ADAMELLO E OROBIE
PERICOLO VALANGHE: 2 MODERATO al mattino, in aumento a 3 MARCATO
PR
OBLEMA PRINCIPALE:  neve bagnata
Valanghe provocate: dalle ore centrali, su molti pendii ripidi possibile il distacco di valanghe di  medie e grandi dimensioni,  con debole sovraccarico.

Valanghe spontanee: dalle ore centrali su molti pendii ripidi probabili scaricamenti e  valanghe di medie dimensioni;  alcune grandi, dai siti non ancora scaricati.

SU PREALPI
PERICOLO VALANGHE:  2 MODERATO in aumento a 3 MARCATO SU BRESCIANE ; 1 DEBOLE in aumento a 3 MARCATO SU BERGAMASCHE.
PROBLEMA PRINCIPALE: neve bagnata.
Valanghe provocate: dalle ore centrali su molti pendii ripidi possibile distacco di valanghe, di piccole e medie dimensioni, con debole sovraccarico.
Valanghe spontanee: dalle ore centrali su molti pendii ripidi possibili scaricamenti e valanghe di piccole e medie dimensioni di neve bagnata, singole anche grandi e di fondo a partire dalle ore centrali.

APPROFONDIMENTI METEO e NEVE: cielo sereno o a tratti  velato su tutti i settori, qualche cumulo nelle ore centrali sulle Orobie con possibili isolati rovesci. Il rigelo, dopo la notte serena, avrà consentito un buon  consolidamento della neve in superficie che manterrà condizioni di stabilità fino a tarda mattinata. Con la persistenza di elevate temperature e del forte irraggiamento solare il manto nevoso si indebolirà anche a quote elevate specie nei versanti meridionali dove però i pendii sono in gran parte scaricati. L'attività valanghiva potrà interessare  via via i versanti  Est, Ovest e anche Nord che presentano ancora notevoli spessori di neve e strati interni deboli.

 





 
LUOGHI PERICOLOSI PROBLEMA PRINCIPALE
LUOGHI PERICOLOSI LUOGHI PERICOLOSI PROBLEMA PRINCIPALE
tutte le quote
 
VENTO A 3000M ZERO TERMICO TEMPERATURE
VENTO ZERO TERMICO TEMPERATURE
10-5 Km/h Varibili 3400-3600 m