Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale

Meteo Lombardia

Accesso
OTPreviewNivo
salta i social network collegati e vai al menu generale
 

 Arpa_OT_Meteo - OTNivo

 

mercoledì 12.12

giovedì 13.12

venerdì 14.12

Tendenza
CIELO SERENO SU TUTTI I SETTORI. AUMENTO DELLA NUVOLOSITA' IN SERATA. PERICOLO VALANGHE: PROBLEMA PRINCIPALE - NEVE VENTATA.
 
SITUAZIONE
ALPI RETICHE 
PERICOLO VALANGHE:  3 MARCATO
PROBLEMA PRINCIPALE:
neve ventata.
Valanghe provocate: su molti pendii ripidi, canali ed avvallamenti in quota, il distacco di valanghe a lastroni di medie e grandi dimensioni è possibile già con debole sovraccarico (singolo sciatore) .
Valanghe spontanee: possibili scaricamenti e valanghe di medie dimensioni, di neve accumulata dal vento da versanti molto ripidi a tutte le esposizioni.

OROBIE CENTRALI E ADAMELLO
PERICOLO VALANGHE: 2 MODERATO 
PROBLEMA PRINCIPALE
: neve  ventata.
Valanghe provocate: nelle aree interessate da recenti precipitazioni nuovi limitati lastroni da vento possono cedere alla sollecitazione di un singolo escursionista.
Valanghe spontanee: poco probabili o, al più, locali scaricamenti.

OROBIE OCCIDENTALI E PREALPI
PERICOLO VALANGHE:  1 DEBOLE 
PROBLEMA PRINCIPALE
: strati deboli.
Valanghe provocate: il distacco di lastroni è generalmente possibile solo con forte sovraccarico su isolati pendii ripidi.
Valanghe spontanee: poco probabili.

APPROFONDIMENTI METEO e NEVE: correnti Nord-occidentali determineranno condizioni di tempo stabile per i prossimi giorni; solo tra la serata odierna e la giornata di domani è previsto un momentaneo peggioramento del tempo dovuto all'arrivo da sud di una perturbazione che interesserà marginalmente la nostra regione ma senza precipitazioni di rilievo. Oggi cielo  sereno o poco nuvoloso, aumento della copertura in serata.. 
Sui settori retici e Adamello il manto nevoso è caratterizzato da forti erosioni e da estesi accumuli di neve a debole e media coesione, ben localizzati, poco legati alla neve vecchia, in lento consolidamento. Sui restanti settori solo neve vecchia ben consolidata con croste portanti superficiali.

 





 
LUOGHI PERICOLOSI PROBLEMA PRINCIPALE
LUOGHI PERICOLOSI LUOGHI PERICOLOSI PROBLEMA PRINCIPALE
oltre 1800 m
 
VENTO A 3000M ZERO TERMICO TEMPERATURE
VENTO ZERO TERMICO TEMPERATURE
10-30 Km/h NW 700 m in diminuzione
 
STAZIONIALTEZZA NEVE (cm)TEMPERATURA Min.
VALLACCIA 2660 m152-18
OGA 2300 m110-15
P.MARINELLI 3025 m173-18
PALU' 2151 m75-12
VALMASINO 2275 m151-13
MADESIMO 1880 m70-11
PANTANO 2108 m39-15
L.REGUZZO 2440 m152-14
VAL GEROLA 1845 m31-9
P.BOBBIO 1713 m11-8
Molto Forte 5 Molto Forte Forte 4 Forte Marcato 3 Marcato Moderato 2 Moderato Debole 1 Debole AumentoDimminuizione aumento/diminuzione pericolo in giornata
GIOVEDI' CIELO MOLTO NUVOLOSO CON NEVISCHIO A SUD. VENERDI' POCO NUVOLOSO. PERICOLO VALANGHE: PROBLEMA PRINCIPALE - NEVE VENTATA E STRATI DEBOLI.
 
PREVISIONE
ALPI RETICHE 
PERICOLO VALANGHE:  3 MARCATO
PROBLEMA PRINCIPALE:
neve ventata.
Valanghe provocate: su molti pendii ripidi, canali ed avvallamenti in quota, il distacco di valanghe a lastroni di medie e grandi dimensioni sarà possibile già con debole sovraccarico (singolo sciatore) .
Valanghe spontanee: poco probabili salvo scaricamenti e isolate valanghe di medie dimensioni dai pendii molto ripidi di neve accumulata dal vento.

OROBIE CENTRALI E ADAMELLO
PERICOLO VALANGHE:  2 MODERATO 
PROBLEMA PRINCIPALE
: neve  ventata.
Valanghe provocate: limitati lastroni da vento ben localizzati potranno cedere alla sollecitazione di un singolo escursionista.
Valanghe spontanee: poco probabili o, al più, locali scaricamenti.

OROBIE OCCIDENTALI E PREALPI
PERICOLO VALANGHE:  1 DEBOLE 
PROBLEMA PRINCIPALE
: strati deboli.
Valanghe provocate:  il distacco di lastroni sarà generalmente possibile solo con forte sovraccarico su isolati pendii ripidi.
Valanghe spontanee: poco probabili.

APPROFONDIMENTI METEO e NEVE: cielo molto nuvoloso per nubi medio basse, schiarite sul settore retico in alta quota al mattino. Possibili deboli nevicate fino in fondovalle specie su Orobie e Prealpi. 
Sul settore retico il manto nevoso sarà ancora caratterizzato da forti erosioni e da estesi accumuli di media coesione, ben localizzati, poco legati alla neve vecchia, in lento consolidamento. Sui restanti settori accumuli meno estesi o solo neve vecchia ben consolidata con croste portanti superficiali.

 





 
LUOGHI PERICOLOSI PROBLEMA PRINCIPALE
LUOGHI PERICOLOSI LUOGHI PERICOLOSI PROBLEMA PRINCIPALE
olrte 1800 m
 
VENTO A 3000M ZERO TERMICO TEMPERATURE
VENTO ZERO TERMICO TEMPERATURE
10-20 Km/h da Sud-Sud Est 400 m lieve diminuzione le massime
 
Molto Forte 5 Molto Forte Forte 4 Forte Marcato 3 Marcato Moderato 2 Moderato Debole 1 Debole AumentoDimminuizione aumento/diminuzione pericolo in giornata
TEMPO IN MIGLIORAMENTO. PERICOLO VALANGHE: PROBLEMA PRINCIPALE - NEVE VENTATA E STRATI DEBOLI.
 
PREVISIONE
ALPI RETICHE 
PERICOLO VALANGHE:  3 MARCATO
PROBLEMA PRINCIPALE:
neve ventata.
Valanghe provocate: su molti pendii ripidi, canali ed avvallamenti in quota, il distacco di valanghe a lastroni di medie e grandi dimensioni sarà possibile già con debole sovraccarico (singolo sciatore) .
Valanghe spontanee: poco probabili salvo scaricamenti e isolate valanghe di medie dimensioni dai pendii molto ripidi di neve accumulata dal vento.

OROBIE CENTRALI E ADAMELLO
PERICOLO VALANGHE:  2 MODERATO 
PROBLEMA PRINCIPALE
: neve  ventata.
Valanghe provocate: limitati lastroni da vento ben localizzati potranno cedere alla sollecitazione di un singolo escursionista.
Valanghe spontanee: poco probabili o, al più, locali scaricamenti.

OROBIE OCCIDENTALI E PREALPI
PERICOLO VALANGHE:  1 DEBOLE 
PROBLEMA PRINCIPALE
: strati deboli.
Valanghe provocate:  il distacco di lastroni sarà generalmente possibile solo con forte sovraccarico su isolati pendii ripidi.
Valanghe spontanee: poco probabili.

APPROFONDIMENTI METEO e NEVE: al primo mattino  cielo nuvoloso, nel corso della giornata diminuzione della nuvolosità e passaggio a cielo sereno o poco nuvoloso. 
Sul settore retico il manto nevoso sarà ancora caratterizzato da forti erosioni e da estesi accumuli di media coesione, ben localizzati, poco legati alla neve vecchia, in graduale consolidamento. Sui restanti settori accumuli meno estesi o solo neve vecchia ben consolidata con croste portanti superficiali.





 
LUOGHI PERICOLOSI PROBLEMA PRINCIPALE
LUOGHI PERICOLOSI LUOGHI PERICOLOSI PROBLEMA PRINCIPALE
OLTRE 1800 m
 
VENTO A 3000M ZERO TERMICO TEMPERATURE
VENTO ZERO TERMICO TEMPERATURE
15-30 Km/h da Nord 500-700 m in aumento le massiume