ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Aria

I dati comunali

A partire dai risultati delle corse modellistiche relative alle giornate precedenti, vengono inoltre elaborati per ogni comune lombardo dei valori medi o massimi ponderati sul territorio comunale. Anche in questo caso, va ricordato che questi risultati non corrispondono ad un dato effettivamente misurato in qualche punto del territorio comunale, ma si tratta di valutazioni di tipo modellistico. Inoltre, poiché i dati meteorologici e di qualità dell’aria utilizzati insieme al modello di qualità dell’aria per derivare tali valori subiscono un processo di validazione in due fasi (una quotidiana ed una annuale, che generalmente viene effettuata nel corso dei primi mesi dell’anno successivo a quello in corso), tali valutazioni modellistiche vanno ritenute provvisorie fino al completamento di tutte le operazioni di validazione ed al conseguente ricalcolo dei risultati, che avviene di norma l’estate dell’anno successivo a quello in corso.

Approfondimento: cenni alla metodologia utilizzata per il calcolo degli indicatori comunali

Mediante software GIS, a partire dalla carta tecnica regionale vettoriale a scala nominale 1:10000 (CT10), è stata calcolata per ogni comune la superficie dell’intersezione con ogni cella del dominio di simulazione. Allo stesso modo è stata calcolata l’area della superficie urbanizzata di ogni comune appartenente a ogni cella del dominio. Le superfici delle intersezioni sono utilizzate come pesi in due diverse modalità di calcolo della concentrazione media comunale.

Nella prima modalità la concentrazione media del comune è ottenuta come media pesata delle concentrazioni delle celle ricadenti, in toto o in parte, all’interno del confine comunale, utilizzando come peso la superficie della intersezione tra cella e comune. Nella seconda modalità la concentrazione di ogni cella ricadente nel comune è pesata con la superficie della intersezione tra la cella e il territorio urbanizzato del comune. In altre parole, per ogni comune, la concentrazione media di ogni cella (che interseca il comune) è moltiplicata per la superficie della intersezione; per ogni comune si esegue la somma di tali prodotti e infine si divide per la somma delle superfici delle intersezioni (tale somma coincide con la superficie totale del comune nella prima modalità di calcolo e con la superficie urbanizzata del comune nella seconda modalità).

La prima modalità è applicata a tutti i comuni mentre la seconda è applicata solo ai comuni di fondo valle ricadenti nella zona D . I valori massimi, invece, sono estratti prendendo il massimo giornaliero della media pesata oraria dei valori delle celle che intersecano la superficie comunale.



 
Ricerca Stazioni
La qualità dell'aria nel tuo Comune
 

Notizie Aria / Qualità dell'Aria

Aiutaci a migliorare questa pagina
 

Le informazioni fornite sono chiare ed esaustive?

 
 
twitter youtube linkedin