ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Monitoraggio geologico

Esecuzione misure manuali

Le misure manuali non specialistiche, ordinariamente, vengono eseguite dai Tecnici del CMG o da Guide Alpine appositamente istruite, organizzate secondo un calendario mensile che riflette le necessità di controllo dei dissesti gestiti dal CMG.

Generalmente si effettuano con cadenza annuale, stagionale o mensile in ogni area; solo in alcune situazioni particolari la frequenza è settimanale e, in caso di superamento di soglie di rischio, viene attivata una sequenza di misure manuali giornaliere o plurigiornaliere.
Le misure manuali non specialistiche utilizzate per il controllo dell’attività dei dissesti gestiti dal CMG sono:

Misure DISTOMETRICHE: consentono di controllare l’apertura di fratture preesistenti dove sono posizionati chiodi distometrici. All’ancoraggio di monte viene collegato lo strumento (distometro), dal quale parte un nastro d’acciaio invar, da collegare all’ancoraggio di valle. La ripetibilità delle letture è assicurata dal fatto che il nastro, una volta collegato alle due estremità, viene portato a tensione costante mediante uno speciale dispositivo dinamometrico. La precisione strumentale deve essere inferiore a 0,1 mm e il distometro deve essere periodicamente verificato con apposito telaio o banchetto di calibratura.

misura distometrica  


Misure ESTENSIMETRICHE: consentono anch’esse di controllare l’apertura di fratture preesistenti, per mezzo della lettura del vettore di spostamento della porzione di terreno isolata dalla frattura stessa. Esistono vari tipi di estensimetri: estensimetri a filo, estensimetri a barra (mono, bi e tridirezionali), fessurimetri ed estensimetri profondi.
Le letture manuali degli estensimetri di superficie e fessurimetri vengono effettuate per mezzo di apposite centraline che leggono il valore elettrico di estensione lineare del filo o della barra monodirezionale, e quelli corrispondenti alle componenti di movimento angolare lungo gli assi X Y Z per gli estensimetri bi-tridirezionali.
Le letture degli estensimetri profondi vengono invece effettuate tramite un comparatore meccanico che legge le variazioni di posizione di aste d’acciaio installate entro i fori di perforazione ed ancorate a diverse profondità.

Immagine  

misura estensimetro prof  

Misure PIEZOMETRICHE: consentono di controllare le variazioni di livello delle falde acquifere presenti in profondità; le letture manuali vengono effettuate con uno strumento denominato freatimetro che, calato in un tubo piezometrico, segnala il contatto con la superficie d’acqua e consente di determinarne la profondità rispetto al piano di campagna. È una misura diretta che non richiede conversioni od elaborazioni

misura piezometrica  

Misure TOPOGRAFICHE: consentono di misurare gli spostamenti effettuati da mire ottiche, installate entro e nell’intorno di aree dissestate; in particolare vengono verificate nel tempo le variazioni di distanza e dislivello rispetto a punti di misura considerati stabili (master).
Le misure devono essere effettuate con stazione totale, strumentazione che permette sia la misura di angoli che di distanze. È preferibile l’utilizzo di stazione totale automatizzata al fine di mantenere un’elevata precisione di collimazione indipendentemente dall’operatore.
Le mire ottiche sono costituite da prismi riflettenti montati su supporto inclinabile. Devono essere montate su supporti rigidi preventivamente cementati su punti fissi e significativi per lo studio della dinamica del dissesto. Di fondamentale importanza risulta la realizzazione della rete di monitoraggio. La stazione totale dovrà essere posizionata su apposito master da realizzarsi in posizione frontale rispetto all’area di frana al fine di avere una buona visibilità di tutta l’area oggetto di monitoraggio.

misura topografica1  

Misure GPS: le misure topografiche effettuate con il metodo GPS (Global Positioning System) consentono di determinare la posizione sulla superficie terreste (latitudine, longitudine e quota) di uno o più punti e quindi di calcolarne gli eventuali spostamenti utilizzando un sistema di satelliti orbitanti intorno alla terra e, pertanto, non necessita di intervisibilità. Le antenne utilizzate per l’esecuzione di dette misure, captando il segnale emesso di più satelliti orbitanti attorno alla terra, restituiscono la propria posizione sulla superficie terrestre. Ovviamente il segnale proveniente dall’atmosfera può essere soggetto a disturbi che determinano un errore strumentale di alcuni millimetri. Per il monitoraggio geologico le antenne devono essere a doppia frequenza con una precisione non inferiore a 3 mm + 0,5 mm per ogni km fra l’antenna ed il master di riferimento. Per un ottimale monitoraggio GPS andranno individuati ed attrezzati, con apposite basi infisse in roccia o su pilastrino, alcuni punti all’interno dell’area di frana ed almeno due (master) fuori dalla frana stessa.

misura GPS  

Misure INCLINOMETRICHE: consentono di rilevare, in profondità, le variazioni locali dell’inclinazione in corrispondenza di superfici di scivolamento e deformazioni attraverso la misura delle componenti di spostamento secondo gli assi ortogonali orizzontali X e Y, all’interno di un foro appositamente attrezzato tramite l’installazione di un tubo inclinometrico. Detta colonna inclinometrica dovrà essere cementata per alcuni metri nel substrato stabile e non dovrà avere una deviazione, rispetto alla verticale, superiore al 2,5%. Le misure, effettuate su due guide dei tubi, potranno essere effettuate a partire dal fondo in ogni 50 cm. La restituzione dei dati dovrà essere effettuata sia in forma numerica (file. txt e/o .rpp) che grafica e dovranno comprendere gli spostamenti locali lungo le componenti nord ed est, gli spostamenti globali, la risultante e l’azimut.

misura inclinometrica  

Misure TDR: la tecnologia TDR (Time Domain Reflectometry) si basa sulla valutazione dellavariazione di caratteristiche elettriche in cavi coassiali opportunamente scelti, posizionati nella zona da monitorare (solidali ai tubi inclinometrici). Tramite l’invio di impulsi di ampiezza nota attraverso il cavo, si analizza l’impulso riflesso riuscendo in tal modo a localizzare le deformazioni in versanti in frana; le deformazioni locali a cui è sottoposto il cavo, lungo la superficie di scivolamento, producono delle variazioni al dielettrico dalle quali, secondo opportune relazioni, è possibile risalire all’intensità dello spostamento. Le misure effettuate in sito con l’apposita strumentazione (ecometro) vengono scaricate ed elaborate mediante apposito software.

tdr  
tubo inclinometrico con connettore TDR  

Video ispezione con telecamera in foro: viene realizzata mediante l’utilizzo di una telecamera di idoneo diametro collegata ad un cavo da calarsi nelle verticali di sondaggio. La telecamera, impermeabile e dotata di apparato di illuminazione in testa, trasmette in tempo reale mediante il cavo le immagini ad uno schermo collegato in superficie in grado di indicare altresì la profondità. Tutte le immagini possono essere memorizzate e quindi scaricate su computer (formato immagine e/o filmato).

telecamera in foro  
distometro neve  


LINK UTILI

 

REGIONE LOMBARDIA PROTEZIONE CIVILE
www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/servizi-e-informazioni/enti-e-operatori/protezione-civile/

DIPARTIMENTO PROTEZIONE CIVILE
http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/home.wp

REGIONE LOMBARDIA - GEOPORTALE DELLA LOMBARDIA
www.geoportale.regione.lombardia.it/

IFFI - INVENTARIO DEI FENOMENI FRANOSI IN ITALIA — ITALIANO - ISPRA
www.isprambiente.gov.it/it/progetti/suolo-e-territorio-1/iffi-inventario-dei-fenomeni-franosi-in-italia

ISTITUTO SUPERIORE PER LA PROTEZIONE E LA RICERCA AMBIENTALE
www.isprambiente.gov.it/it

ISTITUTO DI RICERCA PER LA PROTEZIONE IDROGEOLOGICA (IRPI) – CNR
www.irpi.cnr.it/chi-siamo/

SOCIETÀ GEOLOGICA ITALIANA
www.socgeol.it/

UNITED STATES GEOLOGICAL SURVEY – SERVIZIO GEOLOGICO DEGLI STATI UNITI D’AMERICA
landslides.usgs.gov/monitoring/

CALIFORNIA GEOLOGICAL SURVEY - SERVIZIO GEOLOGICO DELLA CALIFORNIA
www.conservation.ca.gov/CGS/

GEOLOGICAL SURVEY OF NORWAY - SERVIZIO GEOLOGICO NORVEGESE
www.ngu.no/en

GEOLOGISCHE BUNDESANSTALT – SERVIZIO GEOLOGICO AUSTRIACO
www.geologie.ac.at/en/about-us/missions/geology-for-austria/geological-survey-of-austria/

INSTITUTO GEOLÓGICO Y MINERO DE ESPAÑA – SERVIZIO GEOLOGICO SPAGNOLO
www.igme.es/default.asp

PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE
link.springer.com/journal/10346

WORLDWIDE GEOLOGICAL SURVEYS - SERVZI GEOLOGICI IN TUTTO IL MONDO
geology.com/groups.htm


​​ ​​
Aiutaci a migliorare questa pagina
 

Le informazioni fornite sono chiare ed esaustive?

 
 
twitter youtube