ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Neve, Valanghe e Ghiacciai


Bollettino neve e valanghe

Il bollettino neve e valanghe viene emesso dal Centro Nivometeorologico di ARPA Lombardia nella sede di Bormio (SO).


giovedì 09.04

venerdì 10.04

sabato 11.04

Tendenza
CIELO PREVALENTEMENTE SERENO E TEMPERATURE MITI. PERICOLO VALANGHE DEBOLE IN AUMENTO NELLE ORE CENTRALI - PROBLEMA PRINCIPALE: VALANGHE DI NEVE BAGNATA.
STAZIONIALTEZZA TOTALE NEVET min. 24 h

cm

P.so Marinelli 3050 m202-7
Vallaccia 2650 m198-3,4
L.Reguzzo 2440 m267-1,8
L. Vacca 2418 m117-0,9
Oga S. C. 2300 m182-1,1
Madesimo 1880 m1052,4
Palù 2160 m1360,5
Pantano 2100 m143-0,3
Piani Bobbio 1713 m1040,7
Val Gerola 1875 m1992,3


SCALA EUROPEA DEL PERICOLO VALANGHE:

1 - DEBOLE

2 - MODERATO

3 - MARCATO

4 - FORTE

5 - MOLTO FORTE

NON VALUTABILE

NEVE NON PRESENTE


Pericolo valanghe
Zone: Retiche Occidentali, Retiche Centrali, Retiche Orientali, Adamello, Orobie Centrali, Orobie Occidentali, Prealpi Bergamasche, Prealpi Bresciane
LUOGHI PERICOLOSI SITUAZIONE TIPICA VENTO A 3000M ZERO TERMICO TEMPERATURE
LUOGHI PERICOLOSI
versanti est meridionali e ovest
LUOGHI PERICOLOSI
oltre 2000 m
PROBLEMA PRINCIPALE
Neve bagnata
VENTO
10-20 Km/h da NNE
2600-2800 m
TEMPERATURE
stazionarie
GRADO DI PERICOLO: 1 DEBOLE in aumento nelle ore centrali a 2 MODERATO Manto nevoso in generale ben consolidato e stabile, in sensibile ma temporaneo indebolimento nelle ore centrali. Sono possibili scaricamenti e distacchi di valanghe di neve umida o bagnata sui versanti più ripidi al sole, anche di medie dimensioni sui pendi in quota non ancora scaricati. Queste valanghe possono essere provocate localmente anche con debole sovraccarico.


Pericolo valanghe: Aumento da grado 1 - debole a 2 - moderato

Pericolo valanghe
Zone: Prealpi Occidentali
LUOGHI PERICOLOSI SITUAZIONE TIPICA VENTO A 3000M ZERO TERMICO TEMPERATURE
LUOGHI PERICOLOSI
poca neve al suolo assenza di neve
LUOGHI PERICOLOSI
PROBLEMA PRINCIPALE
VENTO
10-20 Km/h da NNE
2600-2800 m
TEMPERATURE
stazionarie
Manto nevoso assente.


Pericolo valanghe: no snow


SITUAZIONE
L'anticiclone presente sull'Europa centro occidentale continua ad interessare anche la nostra regione determinando condizioni di tempo stabile con temperature miti. Oggi cielo generalmente sereno su tutti i settori, con possibilità di qualche isolato cumulo ad evoluzione diurna.
Il manto nevoso sui versanti da est a ovest, passando da sud, presenta fino intorno ai 2500-2700 metri di quota caratteristiche primaverili con croste superficiali molto dure e portanti dovute all'irraggiamento notturno; queste sono in graduale indebolimento già dalla mattinata. Sui versanti settentrionali le stesse caratteristiche sono presenti a quote inferiori, intorno a 2100-2200 metri. Oltre queste quote la neve presenta ancora caratteristiche invernali, con strati deboli in prossimità delle superficie con diffusa formazione di brina in continuo sviluppo. Locali lastroni di vecchia formazione, ben localizzabili, sono in fase di graduale consolidamento con la progressiva diminuzione del gradiente termico.





 
CIELO PREVALENTEMENTE SERENO E TEMPERATURE MITI. PERICOLO VALANGHE DEBOLE IN AUMENTO NELLE ORE CENTRALI - PROBLEMA PRINCIPALE: VALANGHE DI NEVE BAGNATA.


SCALA EUROPEA DEL PERICOLO VALANGHE:

1 - DEBOLE

2 - MODERATO

3 - MARCATO

4 - FORTE

5 - MOLTO FORTE

NON VALUTABILE

NEVE NON PRESENTE


Pericolo valanghe
Zone: Retiche Occidentali, Retiche Centrali, Retiche Orientali, Adamello, Orobie Centrali, Orobie Occidentali, Prealpi Bergamasche, Prealpi Bresciane
LUOGHI PERICOLOSI SITUAZIONE TIPICA VENTO A 3000M ZERO TERMICO TEMPERATURE
LUOGHI PERICOLOSI
versanti est meridionali e ovest
LUOGHI PERICOLOSI
oltre 2000 m
PROBLEMA PRINCIPALE
Neve bagnata
VENTO
5 - 10 Km/h direzione variabile
2600-2800 m
TEMPERATURE
stazionarie
GRADO DI PERICOLO: 1 DEBOLE in aumento nelle ore centrali a 2 MODERATO Manto nevoso in generale ben consolidato e stabile, in sensibile ma temporaneo indebolimento nelle ore centrali. Saranno possibili scaricamenti e distacchi di valanghe di neve bagnata sui versanti più ripidi al sole, anche di medie dimensioni sui pendi in quota non ancora scaricati. Queste valanghe potranno essere provocate localmente anche con debole sovraccarico.


Pericolo valanghe: Aumento da grado 1 - debole a 2 - moderato

Pericolo valanghe
Zone: Prealpi Occidentali
LUOGHI PERICOLOSI SITUAZIONE TIPICA VENTO A 3000M ZERO TERMICO TEMPERATURE
LUOGHI PERICOLOSI
poca neve al suolo assenza di neve
LUOGHI PERICOLOSI
PROBLEMA PRINCIPALE
VENTO
5 -10 Km/h direzione variabile
2600-2800 m
TEMPERATURE
stazionarie
Manto nevoso assente.


Pericolo valanghe: no snow


SITUAZIONE
Venerdì, cielo prevalentemente sereno su tutti i settori, con possibilità di qualche isolato cumulo pomeridiano.
Sui versanti meridionali l'irraggiamento notturno favorirà sul manto nevoso la formazione di croste superficiali dure e portanti che diverranno sempre più consistenti; queste saranno in graduale indebolimento già dalla mattinata. Sui versanti settentrionali le stesse caratteristiche saranno presenti a quote inferiori. Oltre queste quote la neve presenterà ancora caratteristiche invernali, con strati deboli in prossimità delle superficie con diffusa formazione di brina in continuo sviluppo. Locali lastroni di vecchia formazione, ben localizzabili, saranno in continua fase di consolidamento e quindi a resistere anche a forti sollecitazioni.

 
TEMPO ANCORA STABILE CON TEMPERATURE MITI. PERICOLO VALANGHE DEBOLE IN AUMENTO NELLE ORE CENTRALI - PROBLEMA PRINCIPALE: VALANGHE DI NEVE BAGNATA.