ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

Neve, Valanghe e Ghiacciai


Bollettino neve e valanghe

Il bollettino neve e valanghe viene emesso dal Centro Nivometeorologico di ARPA Lombardia nella sede di Bormio (SO).


mercoledì 27.01

giovedì 28.01

venerdì 29.01

Tendenza
CIELO NUVOLOSO O MOLTO NUVOLOSO E DEBOLI NEVICATE. PERICOLO VALANGHE 3 MARCATO SU OROBIE, RETICHE E ADAMELLO IN DIMINUZIONE, SU PREALPI. PROBLEMA PRINCIPALE: NEVE VENTATA.
Stazioni automaricheTemperatura h 8.00 °CAltezza neve cm

Aprica (1950 m)-9155
Gerola (1875 m)-8195
La Vallaccia (2660 m)-14224
Veddasca (1302m)-363
Marinelli (3050 m)-12213
Pantano Avio (2108 m)-10162
Piani Bobbio (1713 m)-6159
Madesimo (1880 m)-7115
Valmasino (2270 m)-8225
Presolana (1858 m)-7191


SCALA EUROPEA DEL PERICOLO VALANGHE:

1 - DEBOLE

2 - MODERATO

3 - MARCATO

4 - FORTE

5 - MOLTO FORTE

NON VALUTABILE

NEVE NON PRESENTE


Pericolo valanghe
Zone: Retiche Occidentali, Retiche Centrali, Retiche Orientali, Adamello, Orobie Centrali, Orobie Occidentali, Prealpi Occidentali, Prealpi Bergamasche, Prealpi Bresciane
LUOGHI PERICOLOSI SITUAZIONE TIPICA VENTO A 3000M ZERO TERMICO TEMPERATURE
LUOGHI PERICOLOSI
tutti i versanti
LUOGHI PERICOLOSI
oltre 1400 m
PROBLEMA PRINCIPALE
Neve ventata
VENTO
20-60 km/h da NW
800 - 1000 m - ore centrali
TEMPERATURE
Stazionarie
GRADO DI PERICOLO: 3 MARCATO Su molti pendii ripidi oltre il limite del bosco in presenza dei nuovi lastroni sarà possibile provocare distacchi di medie e grandi dimensioni anche con debole sovraccarico. Possibili scaricamenti e isolati distacchi a lastroni nelle zone sottovento con valanghe generalmente di medie dimensioni, localmente lungo i percorsi abituali anche grandi. A quote medio-basse possibili distacchi di movimenti lenti del manto nevoso in atto (bocche di balena).


Pericolo valanghe: grado 3 - marcato


SITUAZIONE
Correnti da Nord-ovest continuano ad affluire verso le Alpi con nevicate soprattutto sui versanti esteri. Sulle nostre montagne oggi cielo nuvoloso o molto nuvoloso per nuvolosità medio-alta: maggiori addensamenti sui settori retici e nevicate intermittenti accompagnate dai venti settentrionali in intensificazione dalla serata. Previsti 3-10 cm di neve fresca a 2000 metri su Retiche, meno altrove.  
Lo strato superficiale del manto nevoso  presenta ancora precarie condizioni di stabilità e, soprattutto in quota e sui versanti in ombra, i processi di assestamento e consolidamento sono rallentati dalle basse temperature. Presenza diffusa di lastroni di nuova formazione , sui settori retici saranno mascherati e incrementati dalle nuove deboli precipitazioni.  A quote medio-basse i movimenti lenti del manto nevoso possono  determinare distacchi di valanghe,  nei siti noti anche di dimensioni molto grandi. Attività valanghiva spontanea in attenuazione, riconducibile principalmente a distacchi di lastroni per sovraccarico da vento oltre il limite del bosco


 
PIU' NUVOLOSO AL MATTINO E DEBOLI NEVICATE SU RETICHE. FORTI VENTI DA NORD-OVEST. PERICOLO VALANGHE MARCATO SU RETICHE, ADAMELLO E OROBIE CENTRALI, MODERATO ALTROVE.


SCALA EUROPEA DEL PERICOLO VALANGHE:

1 - DEBOLE

2 - MODERATO

3 - MARCATO

4 - FORTE

5 - MOLTO FORTE

NON VALUTABILE

NEVE NON PRESENTE


Pericolo valanghe
Zone: Retiche Occidentali, Retiche Centrali, Retiche Orientali, Adamello, Orobie Centrali
LUOGHI PERICOLOSI SITUAZIONE TIPICA VENTO A 3000M ZERO TERMICO TEMPERATURE
LUOGHI PERICOLOSI
tutti i versanti
LUOGHI PERICOLOSI
oltre 1400 m
PROBLEMA PRINCIPALE
Neve ventata
VENTO
30-90 km/h da NW
1600 - 2000 m - ore centrali
TEMPERATURE
In sensibile aumento
GRADO DI PERICOLO: 3 MARCATO Su molti pendii ripidi oltre il limite del bosco in presenza dei nuovi lastroni sarà possibile provocare distacchi di medie e grandi dimensioni anche con debole sovraccarico. Possibili scaricamenti e isolati distacchi a lastroni nelle zone sottovento con valanghe generalmente di medie dimensioni e localmente anche grandi. A quote medio-basse possibili distacchi di movimenti lenti del manto nevoso in atto (bocche di balena).


Pericolo valanghe: grado 3 - marcato

Pericolo valanghe
Zone: Orobie Occidentali, Prealpi Occidentali, Prealpi Bergamasche, Prealpi Bresciane
LUOGHI PERICOLOSI SITUAZIONE TIPICA VENTO A 3000M ZERO TERMICO TEMPERATURE
LUOGHI PERICOLOSI
tutti i versanti
LUOGHI PERICOLOSI
oltre 1400 m
PROBLEMA PRINCIPALE
Valanghe di slittamento
VENTO
30-90 km/h da NW
1600 - 2000 m - ore centrali
TEMPERATURE
In sensibile aumento
GRADO DI PERICOLO: 2 MODERATO Il distacco provocato è possibile principalmente con un forte sovraccarico soprattutto alle esposizioni settentrionali. Sui pendii a sud possibili riattivazione dei movimenti lenti del manto nevoso in atto (bocche di balena). Attività valanghiva spontanea generalmente assente o limitata a singoli casi.


Pericolo valanghe: grado 2 - moderato


SITUAZIONE
Cielo più nuvoloso al mattino, schiarite nel pomeriggio su Orobie e Prealpi; deboli nevicate sui settori retici (3-15 cm a 2000 metri), molto deboli altrove. I forti venti potranno a tratti assumere carattere favonico nelle vallate. Il manto nevoso si presenterà molto rimaneggiato dall'attività del vento soprattutto oltre il limite del bosco dove sarà diffusa la presenza di accumuli e lastroni con stabilità precaria; l'aumento delle temperature tenderà  a favorire i processi di assestamento e consolidamento. Sui settori retici i lastroni di nuova formazione saranno mascherati e incrementati dalle nuove deboli precipitazioni.  A quote medio-basse i movimenti lenti del manto nevoso potranno  determinare distacchi di valanghe,  nei siti noti anche di dimensioni molto grandi. Attività valanghiva spontanea riconducibile principalmente a distacchi di lastroni per sovraccarico da vento oltre il limite del bosco
 
PIU' NUVOLOSO SU RETICHE, ABBASTANZA SOLEGGIATO ALTROVE. FORTI VENTI DA NORD-OVEST. PERICOLO VALANGHE MARCATO SU RETICHE, ADAMELLO E OROBIE CENTRALI, MODERATO ALTROVE.


SCALA EUROPEA DEL PERICOLO VALANGHE:

1 - DEBOLE

2 - MODERATO

3 - MARCATO

4 - FORTE

5 - MOLTO FORTE

NON VALUTABILE

NEVE NON PRESENTE


Pericolo valanghe
Zone: Retiche Occidentali, Retiche Centrali, Retiche Orientali, Adamello, Orobie Centrali
LUOGHI PERICOLOSI SITUAZIONE TIPICA VENTO A 3000M ZERO TERMICO TEMPERATURE
LUOGHI PERICOLOSI
tutti i versanti
LUOGHI PERICOLOSI
oltre 1400 m
PROBLEMA PRINCIPALE
Neve ventata
VENTO
20-80 km/h da NW
1700 - 2100 m - ore centrali
TEMPERATURE
minime in aumento
GRADO DI PERICOLO: 3 MARCATO Su molti pendii ripidi oltre il limite del bosco in presenza dei nuovi lastroni sarà possibile provocare distacchi di medie e grandi dimensioni anche con debole sovraccarico. Possibili scaricamenti e isolati distacchi a lastroni nelle zone sottovento con valanghe generalmente di medie dimensioni, localmente anche grandi. A quote medio-basse, l'aumento delle temperature accentuerà i movimenti lenti del manto nevoso in atto (bocche di balena).


Pericolo valanghe: grado 3 - marcato

Pericolo valanghe
Zone: Orobie Occidentali, Prealpi Occidentali, Prealpi Bergamasche, Prealpi Bresciane
LUOGHI PERICOLOSI SITUAZIONE TIPICA VENTO A 3000M ZERO TERMICO TEMPERATURE
LUOGHI PERICOLOSI
tutti i versanti
LUOGHI PERICOLOSI
oltre 1400 m
PROBLEMA PRINCIPALE
Valanghe di slittamento
VENTO
20-80 km/h da NW
1700 - 2100 m - ore centrali
TEMPERATURE
minime in aumento
GRADO DI PERICOLO: 2 MODERATO Il distacco provocato è possibile principalmente con un forte sovraccarico soprattutto alle esposizioni settentrionali. Sui pendii a sud possibili riattivazione dei movimenti lenti del manto nevoso in atto (bocche di balena). Attività valanghiva spontanea possibile nelle ore più cade della giornata sui versanti maggiormente esposti a insolazionericoducibile per lo piiù a scarcamenti e valanghe di superficie di medie dimensioni


Pericolo valanghe: grado 2 - moderato


SITUAZIONE
Cielo generalmente poco nuvoloso, sulle creste di confine maggiori addensamenti associati a deboli nevicate (1-5 cm a 2000 metri). In quota continua l'azione dei forti venti da nord-ovest. 
La nuova neve andrà a mascherare ed incrementare i lastroni presenti, i quali presenteranno una stabilità ancora precaria. Il rialzo termico previsto favorirà i processi di assestamento e consolidamento del manto nevoso. Alle quote medio-basse, sui versanti più esposti a insolazione, nel corso delle ore più calde della giornata saranno possibili scaricamenti e distacchi spontanei di superfice, di fondo in presenza di bocche di balena.
TENDENZA:  MOLTO NUVOLOSO CON DEBOLI PRECIPITAZIONI. TEMPERATURE IN DIMINUZIONE. VENTI IN QUOTA MODERATI DA SUD-OVEST. PERICOLO VALANGHE STAZIONARIO.
 
Prossima emissione: 28/01/2021 alle 13:00
 
Previsore: LB SU

Notizie Neve, Valanghe e Glaciologia

LINK UTILI

LINK ai siti italiani

 

Associazione Interregionale Neve e Valanghe
www.aineva.it

Regione Autonoma Valle d’Aosta
www.regione.vda.it

Regione Piemonte
www.arpa.piemonte.it

Provincia Autonoma di Trento
www.provincia.tn.it/meteo

Provincia Autonoma di Bolzano
www.provincia.bz.it/valanghe

Regione del Veneto
www.arpa.veneto.it

Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia
www.regione.fvg.it/asp/valanghe/welcome.asp

Regione Marche
www.protezionecivile.regione.marche.it

Corpo Forestale dello Stato – Servizio Meteomont
www.meteomont.gov.it/infoMeteo/

​​ ​​

LINK ai siti stranieri

Istituto Federale per lo Studio della Neve e delle Valanghe di Davos
www.slf.ch

European Avalance Service
www.avalanches.org

Aiutaci a migliorare questa pagina
 

Le informazioni fornite sono chiare ed esaustive?

 
 
twitter youtube