ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

RAPPORTO STATO AMBIENTE

RADIAZIONI NON IONIZZANTI

Periodo di riferimento: 2019

 

ARPA Lombardia si occupa della vigilanza e controllo dei limiti e dei valori di attenzione per la protezione della popolazione dall’esposizione ai campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici prodotti da sorgenti ambientali ad alta frequenza (antenne di telecomunicazione e radiotelevisione) e a bassa frequenza (elettrodotti e cabine di trasformazione).

Per quanto riguarda le alte frequenze, rilevanti sono state le recenti modifiche tecnologiche e normative.

La razionalizzazione della rete WindTre a seguito della fusione delle due aziende ha generato una diminuzione del numero di impianti di telefonia mobile nel 2019 rispetto all’anno precedente, in alcune provincie, fra cui Brescia. L’aumento del numero di impianti, rispetto all’anno precedente, nella Città Metropolitana Milano è invece dovuto allo sviluppo della rete di ILIAD.

La densità di potenza degli impianti presenti sul territorio è lievemente aumentata in tutte le provincie a causa del completamento della rete LTE, il sistema di telefonia di quarta generazione e dello sviluppo della rete di quinta generazione.

Numerosi sono i siti in prossimità dei quali i valori di campo elettromagnetico, stimati attraverso simulazioni, si avvicinano al valore di attenzione definito dalla normativa vigente; attraverso l’attività di controllo è possibile verificare l’effettivo rispetto dei limiti stabiliti dalla normativa vigente.

ARPA gestisce il catasto degli impianti di telecomunicazione istituito dalla LR11/2001 e che può essere consultato al link: http://castel.arpalombardia.it/castel/


Aiutaci a migliorare questa pagina
 

Le informazioni fornite sono chiare ed esaustive?

 
 
twitter youtube linkedin