ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente

RAPPORTO STATO AMBIENTE

Rifiuti

Rifiuti Speciali - Periodo di riferimento: 2017


 
   

La produzione totale dei rifiuti speciali in Regione Lombardia nel 2017 è stata pari a 17.948.402 tonnellate, con un aumento di +6,8% rispetto al 2016 (16.800.703 t), corrispondente a circa 1.147.699 tonnellate in più. Si ricorda che in tali quantitativi non sono conteggiati i rifiuti non pericolosi da costruzione e demolizione (c.d. "inerti da C&D").

In generale nel 2017 si rileva un aumento della produzione totale di rifiuti rispetto all’anno 2016 in poco più della metà delle Provincie lombarde (7 su 12): +13,6% di Bergamo, 17,9% di Brescia, +13,6 di Monza, +5,5% di Milano e +4,8% di Cremona, mentre più contenuti sono stati gli aumenti delle Provincie di Como e Sondrio (rispettivamente + 2,0% e 2,8%) in diminuzione Lodi (-2,4%) , Lecco (-2,8%), Mantova (-1,8%), Varese (-2,7%) e Pavia (-6,1%) con una diminuzione significativa.

Significativi sono gli aumenti di produzione rifiuti totale nelle provincie di Bergamo, Brescia, Monza e Brianza, a seguito di consistenti interventi di bonifica, nonché attivazione/implementazione di nuove attività.

Nel corso degli anni il quantitativo dei rifiuti gestiti dagli impianti lombardi autorizzati ha avuto un trend sostanzialmente in crescita ed i quantitativi di rifiuti avviati a recupero sono aumentati in maniera costante con conseguente diminuzione di quelli destinati a smaltimento.

Negli ultimi tre anni, in realtà, il quantitativo totale di rifiuti trattati è rimasto sostanzialmente invariato, poco sotto le 50.000.000 tonnellate, con un lieve aumento del + 4,8% nel 2017 rispetto al 2016, diversamente dagli anni precedenti è leggermente diminuito il quantitativo destinato a operazioni di recupero ed è aumentato quello destinato a smaltimento.

Relativamente alle operazioni di trattamento di tali rifiuti la tendenza è sicuramente rivolta al massimo recupero e al minimo smaltimento, tant’è che si rileva una sostanziale diminuzione del quantitativo di rifiuti avviati a smaltimento (compresa operazione D15) -6,6% rispetto al costante, aumento dei rifiuti avviati a recupero (compresa operazione R13) +7,1%. È necessario puntualizzare che i quantitativi di rifiuti trattati non sono direttamente confrontabili con i quantitativi dei rifiuti prodotti in Lombardia (urbani e speciali), in quanto gli impianti lombardi possono ricevere i rifiuti anche da altre regioni e viceversa.

Riferimenti utili: Dati rifiuti speciali 2017

Rifiuti urbani - Periodo di riferimento: 2018


 
   

Nel 2018 la produzione totale dei rifiuti urbani (RU) in Regione Lombardia è stata pari a 4.816.332 tonnellate, con un aumento di +2,8% rispetto al 2017. Si è registrato quindi un evidente aumento, che ha portato la produzione totale ai valori più alti dal 2011. Anche il dato regionale di produzione pro-capite di rifiuti urbani è aumentato, raggiungendo nel 2018 i 478,7 kg/ab*anno (1,31 kg/ab*giorno), con un incremento pari a +2,6% rispetto al dato 2017.

La raccolta differenziata è stata pari a 3.409.356 tonnellate, con un aumento di ben +4,5% rispetto all'anno precedente quando, a causa anche della diminuzione di produzione totale, l'aumento era stato di solo +0,4%. La percentuale di raccolta differenziata si attesta al 70,8%, con un incremento pari a +1,6%.

Nel 2018, la percentuale di recupero complessivo (tra materia ed energia) è stata pari a 83,9% rispetto al quantitativo prodotto di rifiuti urbani (calcolato secondo il metodo precedente che si ritiene più in linea con quanto previsto dalla normativa comunitaria), in diminuzione rispetto al 2017 (85,0%), con percentuale di recupero di materia pari al 61,7% e percentuale di recupero di energia (diretto) pari al 22,2%. Lo smaltimento (diretto) in discarica è stato pari a solo lo 0,6% dei rifiuti raccolti (si tratta essenzialmente di rifiuti residuali, o da ingombranti e spazzamento strade).

NOTA: si ricorda che a partire dai dati relativi al 2017, è stato adottato il nuovo metodo di calcolo della percentuale di raccolta differenziata, introdotto dal DM 26 maggio 2016, mentre le percentuali di recupero di materia sono invece calcolate secondo il precedente metodo, che si riferisce a quanto è stato effettivamente recuperato.

Riferimenti utili: Dati rifiuti urbani 2018


Aiutaci a migliorare questa pagina
 

Le informazioni fornite sono chiare ed esaustive?

 
 
twitter youtube